Site Feedback

la regione italiana Friuli-Venezia Giulia

La regione Friuli-Venezia Giulia confirma con l`Austria, la Slovenia e il Veneto. A sud la regione è bagniato dal mare adriatico. Nei confini moderni la regione esiste fino al tempo dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando la provincia di Friuli-Venezia è stata divisa tra l'Italia e Iugoslavia. Il Triest con i suoi dintorini sono stati formati il territorio libero - lo Stato libero di Trieste, il quale ha controlato dal'ONU, ma nel 1954 secondo il trattato italo-iugoslavo il Triest è diventato la citta italiana. La regione ha lo status del' autonomia italiana. Questo fenomeno è collegato con la differenza intorno della regione, cioe durante le secoli questa terra era il punto d'incontro tra diverse culture, tradizione e popoli, e tutto questo esprime oggigiorno nella varieta delle lingue, che rappresentano nella regione. Ci si parla italiano, sloveno e tedesco. Ma ci esiste anche la lingua friuliana, che è usata dai tempi recenti, prevalentamente orale. Il capoluogo della regiona è la citta di Triest. La storia della citta conta molti secoli. Triest è stato formato nei tempi dell'Impero Romano, la dominazione di quale è cambiato del periodo, quando Triest è stato un libero commune. Grazie al suo posizione geografico, Triest è stato sempre un posto principale del commercio, che gli ha aiutato diventare il posto piu ricco e sviluppato del questo regione adriatico. Triest è uno dei centri di irredentismo, coie il fenomeno del 19 secolo, lo quale scopo principale è stato l'unificazione dell'Italia dopo lungo periodo del disunione sul principo della cultura italiana. Nei giorni nostri il Triest e il porto petrolio principale italiano e europeo. Ci sviluppo l'industria. C'e anche il fatto interessante di Triest, che ci esiste la unica spiaggia europea, che è diventa tra l'uomini e le donne con il muro.

Share:

 

0 comments

    Please enter between 0 and 2000 characters.

     

    Corrections

    La regione italiana del Friuli-Venezia Giulia

    La regione del Friuli-Venezia Giulia confina con l'Austria, la Slovenia e il Veneto. A sud la regione è bagnata dal Mare Adriatico. I confini attuali della regione risalgono a dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando la provincia del Friuli-Venezia è stata divisa tra l'Italia e la Iugoslavia. Trieste e i suoi dintorni formarono un territorio libero: lo Stato libero di Trieste, il quale ha controllato dall'ONU, ma nel 1954, con il trattato italo-iugoslavo, Trieste diventò una cit italiana. La regione è a statuto autonomo. Questo status è legato alle diversità culturali della regione, poiché durante i secoli questa terra è stata punto d'incontro di diverse culture, tradizioni e popoli, e tutto questo si esprime oggigiorno con la varietà di lingue rappresentate nella regione. Ci Si parla italiano, sloveno e tedesco, ma ci esiste anche la lingua friuliana, che è usata dai tempi recenti, prevalentamente in forma orale. Il capoluogo della regione è la città di Trieste. La città ha molti secoli di storia. Trieste fu fondata ai tempi dell'Impero Romano, e la sua denominazione cambiò nel periodo in cui Trieste divenne un libero comune. Grazie alla sua posizione geografica, Trieste è stata sempre un luogo importante per il commercio, che l'ha aiutata a diventare il posto più ricco e sviluppato di questa zona dell' Adriatico. Trieste fu uno dei centri dell' irredentismo, coie il fenomeno del 19° secolo il cui scopo principale era la riunificazione all'Italia dopo un lungo periodo di separazione dalla cultura italiana. Nei giorni nostri il Trieste è il principale porto petrolifero italiano ed europeo. Qui è presente un'industria sviluppata. A Trieste c'è anche un luogo curioso: l'unica spiaggia europea che è divisa tra uomini e donne per mezzo di un muro.

     

    Commenti:

    "è stato formato nei tempi dell'Impero Romano, la dominazione di quale è cambiato del periodo, quando Triest è stato un libero commune. ": non sono sicura di cosa volessi dire.. direi che sono d'accordo con la correzione dell'altro utente.

      OOPT

    La regione italiana del Friuli-Venezia Giulia

    La regione del Friuli-Venezia Giulia confina con l'Austria, la Slovenia e il Veneto. A sud la regione è bagnata dal Mare Adriatico. I confini moderni della regione esistono da dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando la provincia del Friuli-Venezia è stata divisa tra l'Italia e la Iugoslavia. Trieste con i suoi dintorni formarono un territorio libero - lo Stato libero di Trieste - controllato dal'ONU, ma nel 1954, a seguito del trattato italo-iugoslavo, Trieste diventò una citta italiana. La regione è a Statuto autonomo. Questo status è legato alle diversità nel patrimonio culturale della regione, dato che, nel corso dei secoli, questa terra è stata punto d'incontro tra diverse culture, tradizioni e popoli e tutto questo si esprime oggigiorno con la varietà delle lingue rappresentate nella regione. Si parla italiano, sloveno e tedesco. Esiste anche una lingua friuliana, che in tempi recenti è però usata prevalentamente in modo orale. Il capoluogo della regione è la città di Trieste. La storia della città è lunga molti secoli. Trieste venne stata fondata ai tempi dell'Impero Romano, la sua denominazione cambiò nel periodo in cui Trieste divenne un libero comune. Grazie alla sua posizione geografica, Trieste è stata sempre un luogo importante per il commercio, che l'ha aiutata a diventare il posto più ricco e sviluppato di questa zona dell'Adriatico. Trieste fu uno dei centri dell'irredentismo, il fenomeno del 19° Secolo, il cui scopo principale fu la sua riunificazione all'Italia dopo lungo periodo di separazione dalla cultura italiana. Nei giorni nostri Trieste è il principale porto petrolifero italiano ed europeo. Qui è presente un'industria sviluppata. Esiste anche un luogo curioso a Trieste: l'unica spiaggia europea, che è divisa tra uomini e donne per mezzo di un muro.

    Write a correction

    Please enter between 25 and 8000 characters.

     

    More notebook entries written in Italian

    Show More