Site Feedback

Il lavoro.

Già lavoro quasi durante 11 anni. Ho cominciato a lavorare nell'ultimo corso dell'università. Anche se avevo lavorato prima di l'ho finita. Ma era un lavoro temporaneo oppure un lavoro stagione. Ho lavorato come babysitter e anche lavorato alla mostra di architettura in legno. Ho venduto palazzi di legno per la vita nel paesino. Ho ancora frequentato il corso di contabilità. Era il periodo quando ho pensato di riuscire a trovare un lavoro in questo campo. Sarebbe stato molto comodo. Ma non c'è riuscito.

All'università ho imparato i programmi per la costruzione. E anche ci hanno imparato a scrivere tali programmi. E dopo l'università sarei stata un softwarista in campo della costruzione. Ma non ne avevo voglia. Perciò ho cercato un lavoro in campo di design. E l'ho trovato.

Ho cambiato il lavoro ogni volta quando ho pensato che quel posto non mi è già piaciuto oppure ho capito che qui ho già imparato tutto che avrei potuto. Non c'erano rammarichi. Cambiare il lavoro era molto facile per me perché sempre ho cercato qualcosa nuovo e voluto acquisire conoscenze. Una volta sono rimasta senza lavoro per un anno. C'era la crisi di economica. In quel periodo molti impegni hanno perso i suoi posti e sono rimasti senza lavoro e soldi. Come io. Per fortuna avevo alcuni risparmi e ho potuto permettermi di rimanere senza lavoro per poco tempo.

Ma poi ho capito che mi mancava di lavoro e che impazzivo da sola e senza gente. Appunto l’anno primo si stava finendo per cui rimanevo a casa. Sì, certo, facevo molto in casa: cucinavo, pulivo, andavo a fare le spese e così via. Ma mi annoiavo molto perché avevo bisogno di comunicare e stare in mezzo alla gente.

Oh! Non si può immaginarsi come ero felice quando ho trovato il lavoro dopo che stavo senza lavoro e senza gente per tanto tempo.

A dire la verità adesso desidero di cambiare questo lavoro, ma non sono sicura che oggi è il momento adatto per questo.

Ci sono molti colloqui durante la mi vita. Era il periodo quando li avevo paura ma adesso mi sembra che è molto facile. Forse mi sembra così perché ho l'esperienza e le conoscenze. Ed il suo campo conosco e capisco molti. E so che non sarà la crisi nuova non rimarrò senza lavoro.

Ho C.V. che ho fatto quasi 5 o 6 anni fa. Ed adesso solo lo aggiungo a volte, quando cerco il lavoro di nuovo.

Share:

 

0 comments

    Please enter between 0 and 2000 characters.

     

    Corrections

    Il lavoro.

    Già lavoro quasi durante 11 anni. Ho cominciato a lavorare nell'ultimo anno dell'università anche se avevo lavorato prima di l'ho finita. Ma era un lavoro temporaneo oppure un lavoro stagionale. Ho lavorato come baby-sitter e anche ho lavorato alla mostra di architettura del legno. Ho venduto dei palazzi di legno per la vita nel paesino. Ho ancora frequentato il corso di contabilità. Era il periodo quando ho pensato di riuscire a trovare un lavoro in questo campo. Sarebbe stato molto meglio. Ma non ci sono riuscita.

    All'università ho imparato i programmi per la costruzione delle case e anche ci hanno insegnato a scrivere tali programmi e dopo l'università sarei stata un softwarista nel campo della costruzione. Ma non ne avevo voglia. Perciò ho cercato un lavoro nel campo del design. E l'ho trovato.

    Ho cambiato il lavoro ogni volta quando ho pensato che quel posto non mi è già piaciuto oppure ho capito che qui ho già imparato tutto. quello avrei potuto. Non c'erano rammarichi. Cambiare il lavoro era molto facile per me perché sempre ho cercato qualcosa di nuovo e voluto acquisire delle nuove conoscenze. Una volta sono rimasta senza lavoro per un anno. C'era la crisi di economica. In quel periodo molte cose che ho sognato di fare non gli ho potuti fare e sono rimasta senza lavoro e soldi. Come io. Per fortuna avevo alcuni risparmi e ho potuto permettermi di rimanere senza lavoro per poco tempo.

    Ma poi ho capito che mi mancava il lavoro e che impazzivo stare sola e senza vedere la gente. Appunto l’anno primsi sapeva che rimanevo a casa. Sì, certo, c'era molto da fare in casa: cucinavo, pulivo, andavo a fare le spese e così via. Ma mi annoiavo molto perché avevo bisogno di comunicare e stare in mezzo alla gente.

    Oh! Non si può immaginare come ero felice quando ho trovato il lavoro rispetto a quando ero senza lavoro e senza gente per tanto tempo.

    A dire la verità adesso desidero di cambiare questo lavoro, ma non sono sicura che oggi è il momento adatto per farlo.

    Ci sono molti colloqui in questo momento. Era il periodo quando li avevo paura ma adesso mi sembra che è molto facile. Forse mi sembra così perché ho l'esperienza e le conoscenze ed il suo campo conosco e capisco molto e so che non sarà la crisi di nuovo a fermarmi e farmi rimanere senza lavoro.

    Ho il C.V. che ho fatto quasi 5 o 6 anni fa e adesso solo lo aggiungo a volte, quando cerco il lavoro di nuovo.

    Il lavoro.

    Già lavoro quasi 11 anni. Ho cominciato a lavorare durante l`ultimo anno dell'università. Anche se avevo lavorato prima che mi son laureata. Ma era un lavoro temporaneo oppure un lavoro stagionale. Ho lavorato come babysitter ed anche lavorato alla mostra di architettura in legno. Ho venduto case di legno per la campagna. Nello stesso tempo ancora ho frequentato il corso di contabilità. Era il periodo quando ho pensato di riuscire a trovare un lavoro in questo campo. Sarebbe stato molto comodo. Ma non sono riuscita a farlo.

    All'università ho imparato i programmi per la costruzione. E anche ci hanno imparato a scrivere tali programmi. E dopo l'università sarei stata un softwarista in campo della costruzione. Ma non ne avevo voglia. Perciò ho cercato un lavoro in campo di design. E l'ho trovato.

    Ho cambiato il lavoro ogni volta quando ho pensato che quel posto non mi è già piaciuto oppure ho capito che qui ho già imparato tutto che avrei potuto. Non c'erano rammarichi. Cambiare il lavoro era molto facile per me perché sempre ho cercato qualcosa nuovo e voluto acquisire conoscenze. Una volta sono rimasta senza lavoro per un anno. C'era la crisi economica. In quel periodo molti impiegati hanno perso i suoi posti e sono rimasti senza lil avoro e soldi. Come me. Per fortuna avevo alcuni risparmi e ho potuto permettermi di rimanere senza lavoro per poco tempo.

    Ma poi ho capito che mi mancava il lavoro e che impazzivo da sola e senza gente. Appunto l’anno primo si stava finendo per cui rimanevo a casa. Sì, certo, facevo molto a casa: cucinavo, pulivo, andavo a fare le spese e così via. Ma mi annoiavo molto perché avevo bisogno di comunicare e stare in mezzo alla gente.

    Oh! Non potete immaginare come ero felice quando ho trovato il lavoro dopo che stavo senza lavoro e senza gente per tanto tempo.

    A dire la verità adesso desidero di cambiare questo lavoro, ma non sono sicura che oggi è il momento adatto per questo.

    Ci sono molti colloqui durante la mia vita. Era il periodo quando li avevo paura ma adesso mi sembra che è molto facile. Forse mi sembra così perché ho l'esperienza e le conoscenze. Ed il mio campo conosco e capisco molti. E so che non sarà la crisi nuova non rimarrò senza lavoro.

    Ho C.V. che ho fatto quasi 5 o 6 anni fa. Ed adesso solo lo aggiungo a volte, quando cerco il lavoro di nuovo.

     

    Il lavoro.

    Lavoro già da quasi 11 anni. Ho cominciato a lavorare durante l'ultimo corso (anno?) d'università. Anche se stavo lavorando l'ho finita. Ma era un lavoro temporaneo oppure un lavoro stagionale. Ho lavorato come babysitter e ho anche lavorato a una mostra di architettura in legno. Vendevo case di legno per viverci nel (mio) paesino. Inoltre ho ancora frequentato un corso di contabilità. Era il periodo in cui pensavo di riuscire a trovare un lavoro in questo campo. Sarebbe stato molto comodo. Ma non ci sono riuscita.

    All'università mi hanno insegnato a usare i programmi per le costruzioni. E ci hanno anche insegnato a scriverli. E dopo l'università sarei diventata una softwarista (informatica, sistemista) nel campo delle costruzioni. Ma non ne avevo voglia. Perciò ho cercato un lavoro nel campo del design. E l'ho trovato.

    Ho cambiato il lavoro ogni volta che pensavo che quel posto non mi piaceva più oppure capivo che che lì avevo già imparato tutto che avrei potuto. Non c'erano rimpianti. Cambiare il lavoro era molto facile per me perché ho sempre cercato qualcosa di nuovo e ho sempre voluto acquisire nuove conoscenze. Una volta sono rimasta senza lavoro per un anno. C'era la crisi di economica. In quel periodo molti impiegati hanno perso il loro posto e sono rimasti senza lavoro e senza soldi. Come me. Per fortuna avevo alcuni risparmi e ho potuto permettermi di rimanere senza lavoro per un po'.

    Ma poi ho capito che mi mancava di lavorare e che impazzivo da sola e senza avere la gente intorno. Ormai era quasi un anno che ero a casa*. Sì, certo, facevo molto in casa: cucinavo, pulivo, andavo a fare la spesa e così via. Ma mi annoiavo molto perché avevo bisogno di comunicare e stare in mezzo alla gente.

    Oh! Non ci si può immaginare com'ero felice quando ho trovato il lavoro dopo essere rimasta senza lavoro e senza gente per tanto tempo.

    A dire la verità adesso desidero di cambiare questo lavoro, ma non sono sicura che oggi è il momento adatto per farlo.

    Ho fatto molti colloqui durante la mia vita. In quel periodo mi terrorizzavano ma adesso mi sembra che possano essere molto facili. Forse mi sembra così perché ho l'esperienza e le conoscenze. E nel mio campo conosco e capisco molte cose. E so che se non ci sarà una nuova crisi non rimarrò senza lavoro.

    Ho un C.V. che ho fatto quasi 5 o 6 anni fa. E adesso lo aggiorno solo ogni tanto, quando cerco un nuovo lavoro.

    Write a correction

    Please enter between 25 and 8000 characters.

     

    More notebook entries written in Italian

    Show More