Site Feedback

Le nostre abitudini

Mi chiedo per quanto tempo è necessario eseguire la stessa azione, essa è diventata un'abitudine. Faccio un esempio: in realtà non posso sopportare di correre. Mi annoio. Ma mi rendo conto che ciò richiede il minimo sforzo e produce un risultato migliore. Perché siamo così pronti abitua a male (intendo la cattiva alimentazione, il fumo, l'alcool) e, viceversa, è così difficile sbarazzarsi di questo. Perché?

Share:

 

0 comments

    Please enter between 0 and 2000 characters.

     

    Corrections

    Le nostre abitudini

    Mi chiedo per quanto tempo sia necessario eseguire la stessa azione perché [oppure "affinché"] diventi un'abitudine. Faccio un esempio: in realtà non posso sopportare di correre. Mi annoio. Ma mi rendo conto che correreciò [il pronome "ciò" è un po' lontano dal sostantivo di riferimento, per agevolare la lettura meglio ripetere "correre"] richiede un minimo sforzo e produce un miglioramento [credo che tu intenda questo, in quanto "risultato migliore" fa pensare a un paragone, e non mi sembra questo il caso]. Perché siamo così pronti ad abituarci male [oppure: "perché è così facile abituarci male"] (con la cattiva alimentazione, il fumo o l'alcool) e, viceversa, è così difficile sbarazzarci delle cattive abitudini? [Anche in questo caso consiglio un'espressione chiara in luogo di una forma pronominale]  Perché?

    Le nostre abitudini.

    Mi chiedo per quanto tempo è necessario eseguire la stessa azione, affinchè essa è diventi un'abitudine. Faccio un esempio: in realtà non posso sopportare di correre. Mi annoio. Ma mi rendo conto che ciò richiede uminimo sforzo per produrre un risultato migliore. Perché siamo così pronti alle cattive abitudini (intendo la cattiva alimentazione, il fumo e l'alcool) e, viceversa, invece è così difficile sbarazzarsene di questo. Perché?

    Le nostre abitudini

    Mi chiedo per quanto tempo sia necessario eseguire la stessa azione ,  affinchè essa questa diventi è diventata un'abitudine. Faccio un esempio: in realtà non posso sopportare di sopporto correre, mi annoio. Ma mi rendo conto che ciò richiede il un minimo sforzo e produce un risultato migliore. Perché siamo così pronti aperti alle cattive abitudini (intendo la cattiva alimentazione, il fumo, l'alcool) e, viceversa al  contrario , è così difficile sbarazzarsene? Perché?

    Le nostre abitudini

    Mi chiedo per quanto tempo è necessario eseguire la stessa azione, affinché essa è diventata diventi un'abitudine. Faccio un esempio: in realtà non posso sopportare di correre. Mi annoio. Ma mi rendo conto che ciò richiede il un minimo sforzo e per produce produrre un risultato migliore. Perché siamo così pronti abitua a male alle cattive abitudini (intendo la cattiva alimentazione, il fumo, l'alcool) e , viceversa, invece è così difficile sbarazzarsene (1) di questo. Perché?

     

    1)sbarazzarsene = sbarazzarsi + ne, ne si riferisce a "le cattive abitudini"

     

    Bella domanda che poni. La risposta è molto lunga e complessa.

    Write a correction

    Please enter between 25 and 8000 characters.

     

    More notebook entries written in Italian

    Show More