Site Feedback

La seconda parte del mio studio dettagliato sulla corrispondenza tra i dialetti e identit`a

Nota le seguenze coniugazioni:

(Era troppo dificile mettere la tabella qui. Cerhero di metterla in un altro post)

Queste differenze riflettono le influenze linguistiche dei arabi per I dialetti meridionali, mentre influenze francesi oppure anche austriache per I dialetti settentrionali.

In secondo luogo, con queste chiaccherate, e anche con il libro Esplora è con una discussione con Matteo, l'assistente d'italiano che è venuto qui in Australia quest'anno, ho approfondito I miei studi sui dialetti quando ho scoperto il concetto meraviglioso dei geosinonimi. Grazie alle donne e agli miei amici italiani che vivono in Italia, ho fatto un'elenca di geosinonimi:

(A questo punto non ho messo l'elenca. La metter`o su un altro post)

Con queste parole, si può trovare gli effetti delle influenze di altri paesi.
Con dialetti settentrionali, si può trovare delle influnze francesi e austriache….
Con dialetti meridionali, influenze arabe.


Queste parole formano una parte cruciale della identità di una persona italiana perchè c'è solo migliaia di persone che usano questo lessico regionale. Siccome è così destintivo, si può rendere conto l'importanza sia che ha lessico dialettale che I dialetti per mostrare identità.

In terzo luogo, Vorrei riferirLa al concetto di Fasci di Issoglosse.

Isoglosse è una parola derivando dal greco antico e dal latino. Vuol dire 'stessa lingua'.

Questi fasci sono linee che non si possono vedere. Dividono italia sulla cartolina basandosi sulla pronuncia in generale.

Le due linee più conosciute sono:
• La linea Roma-Ancona
• La Linea La Spezia-Rimini
Queste due linee mostrano le differenze nella pronuncia in generale per parole con consonanti particolari.

Le darò un esempio: Prendiamo la parola 'mondo'; deriva dal latino: 'mundum'.
Con questo esempio, Le riferirò al fasce Roma-Ancona.
Nel nord di questa linea, si pronuncierebbe così: 'mondo'
Però, nel sud, non esiste I vocali 'nd', ma invece se la pronuncierebbe così 'monno' con il consonante 'n' raddoppiato.
Magari questi riflette l'idea che nel nord, non si pronuncia I consonanti raddoppiati.

Le darò un altro esempio. Con la linea La Spezia-Rimini, prendiamo la parola 'prato'.

Nel sud, la parola viene pronunciato nella stessa maniera della parola italiana. 'Prato'
Se si andasse sopra questa linea, si troverebbe che il 't' diventerebbe 'd'. 'Prado'

Share:

 

1 comment

    Please enter between 0 and 2000 characters.

     

    Corrections

    La seconda parte del mio studio dettagliato sulla corrispondenza tra i dialetti e identità

    Nota le seguenti coniugazioni:

    (Era troppo difficile mettere la tabella qui. Cerherò di metterla in un altro post)

    Queste differenze riflettono le influenze linguistiche degli arabi per i dialetti meridionali, mentre le influenze francesi, oppure anche austriache, si riflettono suidialetti settentrionali.

    In secondo luogo, con queste disserzioni e anche con il libro Esplora e con una discussione con Matteo, l'assistente d'italiano che è venuto qui in Australia quest'anno, ho approfondito i miei studi sui dialetti quando ho scoperto il concetto meraviglioso dei geosinonimi. Grazie alle donne e ai miei amici italiani che vivono in Italia, ho fatto un'elenco di geosinonimi:

    (A questo punto non ho messo l'elenco. La metterò su un altro post)

    Con queste parole, si possono trovare gli effetti delle influenze di altri paesi.
    Con dialetti settentrionali, si possono trovare delle influnze francesi e austriache….
    Con dialetti meridionali, influenze arabe.


    Queste parole formano una parte cruciale della identità di una persona italiana perchè ci sono solo un migliaio di persone che usano questo lessico regionale. Siccome è così distintivo, ci si può rendere conto dell'importanza sia che ha il lessico dialettale che i dialetti per mostrate/esprimere la propia identità.

    In terzo luogo, Vorrei riferirLa il concetto di Fasci di Issoglosse.

    Isoglosse è una parola derivata dal greco antico e dal latino. Vuol dire 'stessa lingua'.

    Questi fasci sono linee che non si possono vedere. Dividono l'italia sulla cartina basandosi sulla pronuncia in generale.

    Le due linee più conosciute sono:
    • La linea Roma-Ancona
    • La Linea La Spezia-Rimini
    Queste due linee mostrano le differenze nella pronuncia in generale per parole con consonanti particolari.

    Le darò un esempio: Prendiamo la parola 'mondo'; deriva dal latino: 'mundum'.
    Con questo esempio, La riferirò alla fascia Roma-Ancona.
    Nel nord di questa linea, si pronuncierebbe così: 'mondo'
    Però, nel sud, non esistno le vocali 'nd', quindi si pronuncierebbe così 'monno' con ha la consonante 'n' raddoppiata.
    Magari questo riflette l'idea che nel nord, non si pronunciano le consonanti raddoppiate.

    Le darò un altro esempio. Con la linea La Spezia-Rimini, prendiamo la parola 'prato'.

    Nel sud, la parola viene pronunciata nella stessa maniera della parola italiana. 'Prato'
    Se si andasse sopra questa linea, si troverebbe che il 't' diventerebbe 'd'. 'Prado'




    [buon lavoro, mi piace :-). Io sono Napoletano e infatti noi napoletani pronunciamo la parola "mondo" così: "munno".

    Ciao!]

    Write a correction

    Please enter between 25 and 8000 characters.

     

    More notebook entries written in Italian

    Show More