Site Feedback

La canzone di Kristinka

Ieri ascoltavo questa canzone slovacca e mi è venuta voglia di tradurla nell'italiano. Pensavo il testo così bello - tutti dovrebbero capire di cosa ci si canta! Non so se ci sia già qualche traduzione sull'internet ma nel caso di no: eccola :-) La canzone si chiama Kristinka e fu scritta e cantata da Petr Nagy. Correzione sarà gradita (sebbene sarà probabilmente difficile siccome si tratta di lingua assai figurativa).

La storia è di una ragazza che morì dopo una caduta da roccia. Quando la canzone fu scritta si credeva che l'autore la scrisse dopo che morisse qualche ragazza per lui molto vicina. Così si incise fortemente nella memoria della gente. L'autore però dopo tanti anni ammise ch'era fittizia.

____________________

Petr Nagy: Kristinka

Kristinka avrebbe oggi
i capelli (di/da?) 2 anni più lunghi,
e il pianto mi tronca la parola, sai,
quando ripasso sempre di nuovo:

Come lei sta appeso aggrappata
nelle crepe degli scogli alti.
Nessuno mantenerà le tue corde
quando stai precipitando dalle rocce verticali.

Fui giù da lei subito
quando il suo grido finì di suonare negli echi,
e dietro le palpebre ho trovato
due luccini (=luci piccoli) spaventati.

Nessuno s’occupa
di che cosa si sta sviluppando nelle mie vene.
Nessuno mantenerà le tue corde
quando stai precipitando dalle rocce verticali.

Stai dormendo, Kristinka, forse stia solo dormendo,
non ci credo, dai e alzati, forse la caduta sia stata solo un’illusione.
Stai dormendo, Kristinka, forse stia solo dormendo,
tu devi andare lassù; siamo già al tatto (=vicino) dalle nuvole.

Tu sei l’unica da noi
così vicino alle nuvole,
tu sei l’unica da noi
così vicino alle nuvole, alle nuvole.

Esalò il fiato nelle mie braccia
e dal momento m’inganno
che Kristinka stia forse solo dormendo
e che il silenzio parli per lei.

Così si paga per quello che lei, giovane,
voleva guardare dall’altezza degli scogli.
Nessuno mantenerà le tue corde
quando stai precipitando dalle roccie verticali.

Share:

 

0 comments

    Please enter between 0 and 2000 characters.

     

    Corrections

     

    A proposito, questo è lo scoglio:

    http://it.wiktionary.org/wiki/scoglio.

    Al posto di roccia si potrebbero anche usare le parole rupe o dirupo, che forse rendono meglio l'idea dell'altezza.

     

    ciao!

     

    La canzone di Kristinka

    Ieri ascoltavo questa canzone slovacca e mi è venuta voglia di tradurla  in italiano. Pensavo che il testo è così bello, che tutti dovrebbero capire di cosa parla la canzone! Non so se ci sia già qualche traduzione su internet ma nel caso che non ci sia: eccola :-) La canzone si chiama (meglio: intitola) Kristinka e fu scritta e cantata da Petr Nagy. La correzione sarà gradita (sebbene sarà probabilmente difficile correggere perché si tratta di lingua assai figurativa).

    La storia è di una ragazza che morì dopo una caduta da una roccia. Quando la canzone fu scritta si credeva che l'autore l'avesse scritta dopo che era morta una ragazza molto vicina a lui. Così si incise fortemente nella memoria della gente. L'autore però dopo tanti anni ammise che la storia era inventata.

    ____________________

    Petr Nagy: Kristinka

    Kristinka avrebbe oggi
    i capelli di 2 anni più lunghi,
    e il pianto mi tronca la parola, sai,
    quando rivivo sempre di nuovo:

    Come lei sta appesa aggrappata
    nelle crepe delle rocce alte.
    Nessuno tratterrà le tue corde
    quando stai precipitando dalle rocce verticali.

    Fui giù da lei subito
    quando il suo grido finì di suonare negli echi,
    e dietro le palpebre ho trovato
    due lucine spaventate.

    Nessuno si cura 
    di che cosa si sta sviluppando nelle mie vene.
    Nessuno tratterrà le tue corde
    quando stai precipitando dalle rocce verticali.

    Stai dormendo, Kristinka, forse stai solo dormendo,
    non ci credo, dai e alzati, forse la caduta è stata solo un’illusione.
    Stai dormendo, Kristinka, forse stai solo dormendo,
    tu devi andare lassù; siamo già a contatto delle nuvole.

    Tu sei l’unica da noi
    così vicina alle nuvole,
    tu sei l’unica da noi
    così vicina alle nuvole, alle nuvole.

    Esalò il fiato nelle mie braccia
    e dal momento m’inganno
    che Kristinka stia forse solo dormendo
    e che il silenzio parli per lei.

    Così ha pagato per quello che lei, giovane,
    voleva guardare dall’altezza delle rocce.
    Nessuno tratterrà le tue corde
    quando stai precipitando dalle roccie verticali.

     

    Molto brava!

    La canzone di Kristinka

    Ieri ascoltavo questa canzone slovacca e mi è venuta voglia di tradurla in italiano. Pensavo che il testo fosse così bello che tutti dovrebbero capire di cosa tratta (what it deals with/what it's about)! Non so se ci sia già qualche traduzione su internet ma nel caso non ci fosse: eccola :-) La canzone si chiama Kristinka e fu scritta e cantata da Petr Nagy.Saranno gradite correzioni (sebbene sarà probabilmente difficile siccome si tratta di una lingua assai figurativa).

    La storia è di una ragazza che morì dopo una caduta da una roccia. Quando la canzone fu scritta si credeva che l'autore la scrisse dopo che fosse morta qualche ragazza a lui molto vicina. Così si incise fortemente nella memoria della gente. L'autore però dopo tanti anni ammise ch'era fittizia.

    ____________________

    Petr Nagy: Kristinka

    Kristinka avrebbe oggi
    i capelli più lunghi di due anni,
    e il pianto mi tronca la parola, sai,
    quando ripasso sempre di nuovo:

    Come lei sta appesa aggrappata
    nelle crepe degli scogli alti.
    Nessuno manterrà le tue corde
    quando stai precipitando dalle rocce verticali.

    Fui giù da lei subito
    quando il suo grido finì di suonare negli echi,
    e dietro le palpebre ho trovato
    due luccini (=luci piccoli) spaventati. (I don't understand what you mean with "luci piccole/lucine" "little lights"?)

    Nessuno s’occupa
    di che cosa si sta sviluppando nelle mie vene.
    Nessuno manterrà le tue corde
    quando stai precipitando dalle rocce verticali.

    Stai dormendo, Kristinka, forse stai solo dormendo,
    non ci credo, dai e alzati, forse la caduta è stata solo un’illusione.
    Stai dormendo, Kristinka, forse stai solo dormendo,
    tu devi andare lassù; siamo già al tatto (=vicino) dalle nuvole. (vicino alle nuvole - close to the clouds) or (al tatto delle nuvole)

    Tu sei unica per noi (you're unique for us)
    così vicino alle nuvole,
    tu sei unica per noi
    così vicino alle nuvole, alle nuvole.

    Esalò il fiato (if you wanna say "she took her last breath" it's "esalò il suo ultimo respiro) tra le mie braccia
    e da quel momento m’ingannò (and from that moment she betrayed me?) or (quel momento m'ingannò "that moment betrayed me")
    che Kristinka forse stesse solo dormendo
    e che il silenzio parli per lei.

    Così si paga per quello che lei, giovane,
    voleva guardare dall’altezza degli scogli.
    Nessuno manterrà le tue corde
    quando stai precipitando dalle rocce verticali.

     

    it's kind of difficult to translate a song, I'm not sure about the part from "esalò" to "che il silenzio parli per lei" if you could let me know its translation in english I might be able to translate it better for you.

    good job on the rest!

    Write a correction

    Please enter between 25 and 8000 characters.

     

    More notebook entries written in Italian

    Show More