Site Feedback

Resolved questions
Cosa vuol dire in altre parole?

 

il nichilismo del volto, cioè il suo rapporto nella paura con il vuoto o l’assenza, la paura del volto di fronte al proprio nulla”.

il contesto:

Bergman ha spinto il più lontano possibile il nichilismo del volto, cioè il suo rapporto nella paura con il vuoto o l’assenza, la paura del volto di fronte al proprio nulla”.

For learning: Italian
Base language: Italian
Category: Language

Share:

0 comments

    Please enter between 2 and 2000 characters.

     

    Answers

    Sort by:

     

    Best Answer - Chosen by the Asker
    Ciao,
    la frase è di difficile comprensione anche per un italiano, qui:
    http://www.leftwing.it/2007/08/01/ingmar-bergman-il-volto-e-il-nulla/
    vedo che è di un francese, quindi probabilmente è stata mal tradotta dal francese all'italiano.
    Io scriverei "...il suo rapp0rto CON la paura PER il vuoto e l'assenza".
    E' già più chiaro?
    Ad ogni modo in questo testo inglese è più chiaro di cosa si sta parlando:
    http://sensesofcinema.com/2002/great-directors/bergman/#2
    Cioè dei primi piani ravvicinati dei volti (close-up) di Bergam
    "which Gilles Deleuze described as enforcing a coalescence of the human face with the void" (quindi non solo un rapporto, ma addirittura una coalescenza (=unione) col nulla, ecco perché dice "nichilismo DEL volto").

    E allora ricapitoliamo: i primi piani ravvicinati dei volti nei film di Bergman possono essere definiti come nichilisti, cioè espressione di quella corrente filosofica che mette in dubbio la nostra stessa esistenza. Tali volti esprimono la paura del vuoto,, dell'assenza e del proprio nulla (=inesistenza).

    ciao!

    Submit your answer


    Please enter between 2 and 2000 characters.

    If you copy this answer from another italki answer page, please state the URL of where you got your answer from.