Cartone animato per imparare l’italiano
Italiano

Cartone animato per imparare l’italiano

Quando pensiamo ai cartoni animati, l’associazione immediata è: bambini. Ma è veramente così? Un adulto non ha il diritto di guardare i cartoni? E se ti dicessimo che puoi sfruttare i cartoni animati per imparare l’italiano? Esistono tantissimi modi per imparare l’italiano e un metodo divertente e utile è quello di guardare un cartone animato.

Tuttavia, guardare un cartone animato in italiano è una bella sfida perché non sempre “è oro tutto ciò che luccica”. In questo articolo, ti spieghiamo l’utilità dei cartoni animati per imparare l’italiano in modo spensierato.

Scegliere il cartone animato più appropriato per imparare l’italiano

Chi di noi non si ricorda almeno un cartone animato che guardava da piccolo? Sicuramente, riusciamo a indicare almeno un titolo e ci ricordiamo pure la storia, quasi completamente. Per molti di noi, poter guardare un cartone, era come una ricompensa per aver terminato i compiti scolastici o per esserci comportati bene. Quindi, sedersi sul divano e sintonizzare la TV sul canale dove trasmettevano i cartoni dava una sensazione di felicità e piacere. Ed è proprio questa sensazione di piacere che si deve risvegliare quando impariamo una lingua straniera.

Quando si è adulti, sembra che non si abbia più diritto a vivere le esperienze in modo piacevole e leggero. Invece, da bambini si ricerca costantemente il divertimento e lo stimolo al piacere. Poi, più si cresce, più gli obblighi e le responsabilità prendono il sopravvento. Di conseguenza, ci viene negato il diritto di imparare con gioia concetti nuovi. Eppure, a volte basterebbe risvegliare quel bambino che è in noi per riscoprire alcuni atteggiamenti innati. Ecco, questo vale anche se vogliamo imparare l’italiano.

Ma da dove iniziare? Potrebbe essere stimolante iniziare proprio da quel cartone a cui eri tanto affezionato da bambino. Sicuramente, ti ricordi molte cose, quindi, non c’è nulla di nuovo. Magari, rivedendolo in un’altra lingua potrai farti qualche risata perché i protagonisti cambiano completamente voce.

Il vantaggio dello studio della lingua italiana

Forse non lo sai (o forse sì), ma in Italia tutti i film e i cartoni sono doppiati. Questo ha i suoi vantaggi e svantaggi. Per un italiano che vuole imparare una lingua, è sicuramente uno svantaggio perché non ha contatti con nessuna lingua, se non con l’italiano. Tuttavia, per uno straniero che vuole imparare l’italiano, è estremamente vantaggioso. Infatti, facendo una ricerca è possibile trovare il proprio cartone preferito in italiano. Ma attenzione, anche i titoli sono stati tradotti e spesso sono completamente diversi dai titoli originali. Vuoi un esempio? Hai presente quel cartone animato in cui i protagonisti sono dei personaggi immaginari di colore blu e che usano dei termini inventati? Esatto! The Smurfs in inglese, Les Schtroumpfs in francese. Ecco, in italiano è stato tradotto con I Puffi.

Questo per dirti di fare molta attenzione quando ricerchi un cartone o un film. Fai una ricerca per capire com’è stato tradotto in italiano e poi, buona visione!

Non è tutto oro ciò che luccica

Non è tutto oro ciò che luccica

Perché “non è tutto oro ciò che luccica”? Cioè, perché non è tutto positivo quello che sembra esserlo all’apparenza? Come è stato detto, imparare l’italiano attraverso i cartoni ha un lato positivo. Infatti, se scegli un cartone che ti è familiare, è molto più facile capire la storia. Quindi, come possono esserci dei lati negativi? È presto detto.

Uno dei lati negativi riscontrati è il linguaggio. Molte volte, viene usato un linguaggio colloquiale e in alcuni casi anche “a-grammaticale”. In alcuni cartoni, c’è un abuso di onomatopee proprio per ricreare dei versi o dei rumori che evocano delle immagini ai bambini. Senza dubbio, l’uso di onomatopee è stimolante per un pubblico infantile, ma per gli adulti non molto. Anche se dobbiamo ammettere che, pure attraverso le onomatopee, si impara la cultura di un popolo. Per esempio, hai mai pensato che suono emette il cane per gli italiani? Per il popolo italiano il cane fa “bau, bau”! Strano vero?

Per ultimo, un lato negativo è l’uso di parole inventate. In alcuni cartoni animati, i personaggi inventano un linguaggio per comunicare che non corrisponde alla lingua parlata. Ovviamente, stiamo parlando di alcuni casi particolari, ma bisogna tenerli in considerazione.

Consigli pratici

Se si vuole partire dalle basi, si può pensare di iniziare a imparare l’italiano con i cartoni animati per bambini. Esistono vari cartoni che usano un linguaggio basico e un vocabolario utile per la vita di tutti i giorni.

Infatti, iniziare progressivamente a guardare i cartoni animati per i bambini può permetterti di comprendere in modo leggero la lingua. Il discorso e la trama si rivolgono a un pubblico di piccolini, quindi usano un linguaggio semplificato. Questo genere di cartoni è pensato per rendere l’apprendimento della lingua un’esperienza piacevole, divertente e leggera. Effettivamente, se ci pensi, i bambini si divertono molto quando guardano un cartone alla TV. Molti di questi cartoni sono interattivi. Nascono con il proposito di stimolare le capacità cognitive dei bambini.

Hai qualche ricordo di te da bambino mentre guardavi i cartoni animati? O hai mai osservato un bambino mentre guarda i cartoni? È un’esperienza imperdibile. Come sai, i bambini sono delle vere e proprie spugne. Infatti, assorbono tutto quello che gli viene mostrato e lo rendono loro. Ma, hanno anche un’altra caratteristica di inestimabile valore. Non si vergognano di nulla e questo è il loro punto forte. La disinvoltura tipica dell’infanzia permette ai bambini di ripetere quello che imparano guardando i cartoni senza paura di sbagliare. Ripetendo parole o frasi ascoltate, se ne impossessano e le usano quando noi adulti meno ce lo aspettiamo. Ovviamente, agli occhi degli adulti tutto ciò sembra strano. Ma, se ci rifletti, anche tu da bambino hai imparato una gran parte del tuo vocabolario ascoltando e ripetendo.

Quindi, la domanda sorge spontanea. Perché non provare questa tecnica nuovamente? Alla fine, non hai nulla da perdere. Se non sai da dove partire, perché non hai mai pensato prima di imparare l’italiano con i cartoni animati per bambini, ecco un consiglio. Guarda Pimpa!

Pimpa la cagnolina a pois

Pimpa è la cagnolina a pois più amata dai bambini (e non solo!) italiani. Nasce come una serie a fumetti pubblicata negli anni ’70 e ’80 sul Corriere dei Piccoli. Il successo è immediato e a partire dagli anni ’80, viene prodotta una serie a cartoni animati che racconta le avventure della cagnolina. Pimpa è una cagnolina bianca con grandi pallini rossi, lunghe orecchie e la lingua spesso a penzoloni. Oltre a queste caratteristiche, Pimpa è famosa per possedere simpatia e fantasia, usate per giocare e divertirsi con gli amici. Sempre felice e piena di vitalità, Pimpa si avventura ovunque esplorando in ogni espisodio qualcosa di nuovo. Forse è anche per questo che è molto amata dai bambini italiani. Manda sempre messaggi allegri e positivi, quindi è difficile dimenticarsi di lei!

Ovviamente, se conosci qualche altro cartone italiano, puoi partire da quello. Tuttavia, ti consigliamo di guardare almeno un episodio di Pimpa perché il linguaggio usato è di facile comprensione e si memorizza velocemente.

Riflessioni finali

Riflessioni finali

Come per i film, anche per alcuni cartoni animati esiste la possibilità di vederli in lingua originale, usando i sottotitoli in italiano. Se vuoi veramente fare una full immersion nella lingua italiana, ti consigliamo di scegliere cartoni in italiano. Sicuramente perché guardare un cartone animato in lingua straniera permette l’esercizio di extensive listening. Inoltre, non è da sottovalutare l’uso di immagini in movimento e colori tipici dei cartoni. Infatti, associare le immagini ai colori e alle parole aiuta a memorizzare meglio i concetti.

Quello che è stato detto prima per i bambini vale anche per gli adulti. Ripeti il più possibile le parole o le frasi che impari, perché attraverso la ripetizione si memorizza molto di più. Se puoi, mettiti davanti a uno specchio, fissa la tua immagine e ripeti quello che hai ascoltato. All’inizio sembrerà strano, ma poi diventerà divertente. Inoltre, ascoltare il suono della tua voce mentre parli italiano ha un effetto stupefacente. Provare per credere!

Imparare l’italiano diventa semplice e facile se riesci a strutturare un metodo adatto a te. Con il giusto impegno e dedizione potrai raggiungere il tuo obiettivo in poco tempo. Ma, a volte tutto questo non basta. Infatti, l’aiuto di un insegnante di italiano è fondamentale quando vogliamo migliorare costantemente. Le lezioni saranno costruite su misura per te.

Affidarti a un professore di italiano ha i suoi vantaggi: puoi confrontarti con una persona madrelingua qualificata. Inoltre, potrai contare su una persona in grado di sciogliere ogni tuo dubbio e ogni tua perplessità. Non va sottovalutato l’aspetto della pratica. Con un insegnante madrelingua potrai praticare la lingua quando vuoi, perché nella nostra piattaforma decidete insieme quando praticare. Così, puoi rispettare i tuoi tempi e le tue esigenze.

Se sei curioso di conoscere qualche trucco per imparare l’italiano l’articolo “Guida completa per imparare l’italiano” è adatto a te. Buona lettura!

Related Posts