Come imparare il cinese in un mese
Cinese

Come imparare il cinese in un mese

Come sicuramente già saprai, il cinese è una delle lingue più parlate al mondo. Infatti, si conta più di un miliardo e trecentomila parlanti nativi di cinese. Nell’ultimo decennio, si è diffuso molto lo studio di questa lingua perché sempre più persone sono affascinate dalla cultura cinese. Considerato un mondo molto diverso da quello occidentale, la voglia di scoprirlo si è divulgata visibilmente e con questo anche l’interesse per la sua lingua.

Apprendere la lingua cinese, non è una passeggiata, ma nemmeno un’impresa impossibile. In questo articolo cerchiamo di capire come imparare il cinese in un mese, senza impazzire.

Come imparare il cinese in un mese: meglio scalare la Muraglia cinese

Ovviamente, stiamo scherzando! È vero, il cinese è una lingua difficile soprattutto per chi ha come base le lingue europee. Tuttavia, scalare la Muraglia cinese è ben più arduo. Come tutte le lingue, anche il cinese ha i suoi aspetti positivi e quelli negativi. Ma esistono dei trucchetti che ti possono aiutare a imparare il cinese, senza romperti il capo!

Prima di tutto, ci preme farti una domanda: sai quale tipo di cinese ti interessa imparare? Il mandarino o il cantonese? È molto importante che tu abbia ben chiaro quale vuoi imparare, per non confondere le cose e per non perderti nello studio. Il cinese mandarino è la lingua ufficiale della Cina, adottata anche da tutti i mezzi di comunicazione, mentre il cantonese è parlato a Hong Kong, a Macau e nella provincia di Guangdong. Stabilita la variante che vuoi imparare, devi porti un’altra domanda: perché vuoi imparare il cinese? Qual è la motivazione che ti spinge a imparare questa lingua?

Che cos’è la motivazione?

Che cos’è la motivazione?

In psicologia, si definisce la motivazione come il motore delle azioni, la spinta che porta l’individuo a raggiungere determinati obiettivi. Nello specifico, esistono due tipi di motivazione: quella intrinseca e quella estrinseca.

La motivazione intrinseca è quell’insieme di sensazioni positive associate allo svolgere bene un’attività o un lavoro. Dunque, è la motivazione a fare qualcosa per il piacere o il gusto di farlo. È quella legata a una forza e una spinta interiore e non a ricompense che vengono dall’esterno. La curiosità, il piacere e la gratificazione sono emozioni legate a questo tipo di motivazione.

Dall’altro lato, abbiamo la motivazione estrinseca. In questo caso, l’individuo si impegna nella realizzazione di un compito per ottenere benefici o per evitare situazioni negative. Vediamo la differenza tra l’una e l’altra nell’ambito dello studio. Uno studente che ha una motivazione intrinseca, è colui che è interessato a migliorare le proprie conoscenze e a imparare nuove abilità. Questo anche attraverso errori o tentativi non ben riusciti. Dunque, si tratta di uno studente che non bada al voto finale, ma al percorso di crescita personale. Invece, uno studente con motivazione estrinseca è dedito al conseguimento di ottimi voti e non ama rischiare, per paura di un insuccesso. Non esiste una motivazione migliore dell’altra. Ogni individuo è diverso e riconosce cos’è migliore per sé stesso.

Qual è la motivazione che più ti identifica? Sei una persona che ama il processo di apprendimento, o preferisci avere gratificazioni esterne? Solo tu puoi rispondere a queste domande. Quindi, per prima cosa, ricerca la tua motivazione e poi focalizzati nell’imparare il cinese.

L’importanza degli obiettivi

Per capire come imparare il cinese in un mese è fondamentale stabilire degli obiettivi. In questo caso la miglior soluzione è fissare degli obiettivi quotidiani. Per prima cosa, pensa quale conquista vuoi ottenere in un mese. Vuoi saper comunicare in cinese? Vuoi imparare a scrivere? Vuoi imparare a leggere? In base all’abilità che decidi di sviluppare, puoi stabilire i tuoi obiettivi giornalieri.

Supponiamo che tu abbia fermamente deciso di imparare il cinese e che vuoi iniziare già oggi a studiarlo. Nel caso in cui reputi che per te è importante saper comunicare in cinese, dovrai stabilire obiettivi legati alla pronuncia. Il cinese è una lingua tonale e ogni sillaba ha un tono ben preciso. Per esempio, un obiettivo potrebbe essere quello di imparare un tono per giorno. Ipotizziamo uno scenario che potrebbe fare al caso tuo. Il primo giorno puoi concentrarti sullo studio del primo tono. Il secondo giorno stabilisci di imparare il secondo tono, ma prima di iniziare questa lezione, ripassa quanto imparato il giorno uno. E così via. Alla fine della prima settimana di studio, avrai già assimilato i toni della lingua e fatto pratica.

Ovviamente, accertati di stabilire obiettivi realistici e in linea con le esigenze della tua vita. Per questo motivo, stabilire mete semplici ti aiuterà a vedere quanto stai progredendo e se il tuo metodo è realistico.

Impara a comunicare con frasi basilari

Come ben sai, il cinese non è la lingua più facile da imparare. Tuttavia, in un mese e con costanza, si possono avere buoni risultati. Vogliamo evidenziare la parola costanza perché è fondamentale mantenere un certo ritmo nello studio. Detto questo, può esserti molto utile imparare delle frasi per istaurare una conversazione base.

Ecco alcuni esempi:

  • ciao: nǐhǎo
  • buongiorno: zǎo shang hǎo
  • come ti chiami?: nǐ jiào shénme míngzi?
  • mi chiamo …: wǒ jiào …
  • come stai: nǐ hǎo ma
  • sì: shì
  • no: bú shì
  • grazie: xiè xiè
  • prego: bù yòng xiè
  • scusa: duì bù qǐ
  • non capisco: wǒ tīng bu dǒng
  • sai parlare inglese?: nǐ huì shuō yīng yǔ ma
  • arrivederci: zài jiàn
  • a domani: míng tiān jiàn

Queste sono solo alcune frasi che possono esserti utili come primo approccio alla lingua. Ovviamente, più tempo avrai, più informazioni potrai assimilare.

Ascolta, ascolta, ascolta

Ascolta, ascolta, ascolta

Concentrarsi sull’ascolto può rilevarsi una strategia infallibile per imparare il cinese. L’ascolto è fondamentale nel processo di acquisizione di una lingua e trascurarlo non ti permetterà di sviluppare correttamente la pronuncia. Infatti, l’ascolto non solo è necessario per capire i messaggi dell’interlocutore, ma lo è anche per migliorare la pronuncia. O meglio ancora, ascoltando puoi eliminare determinati dubbi che sorgono durante lo studio.

I podcast possono essere un’ottima soluzione. Se sei un Spotify addicted ti basterà digitare chinese nella ricerca e compariranno vari podcast di cinese. Infine, ti basterà leggere la descrizione e scegliere quello più adatto alle tue esigenze. E buon ascolto!

Oltre ai podcast, potresti optare per ascoltare delle radio cinesi online. Così, oltre ad ascoltare la musica cinese, potrai ascoltare dei programmi radiofonici interamente in lingua cinese. In questo modo, farai una full immersion nella lingua e sarà una bella sfida per le tue competenze.

Inoltre, facendo un ascolto attivo riuscirai a evolvere velocemente nell’apprendimento della lingua e in un mese potrai ottenere ottimi risultati. Fai attenzione a quello che abbiamo appena detto: ascolto attivo. Con “ascolto attivo” si intende il prestare particolare attenzione alle parole dette. Un metodo molto efficace per imparare e memorizzare, è trascrivere la frase o le parole ascoltate, annotando a lato la pronuncia. Così, quando rileggerai le parole, potrai riprodurre il suono corretto. Poi, registrati e riascoltati. Registrandoti, riesci a capire subito dove e se stai sbagliando. Come puoi vedere, da un semplice ascolto, puoi creare tanti metodi efficaci e utili al tuo personale apprendimento.

Fatti le giuste amicizie

Per imparare il cinese, così come per imparare altre lingue, il contatto con i madrelingua è una risorsa di inestimabile valore. Per prima cosa, avere contatti con i madrelingua, ti può spronare a mettere in pratica quanto hai imparato. Uscire dalla propria zona di comfort è sempre una sfida, ma è un ottimo modo per vedere se si è nel cammino corretto. Immagina che soddisfazione sarà quando loro riusciranno a capirti e tu capirai loro.

Oltre al fattore linguistico, avere contatti con i madrelingua ti permette di imparare la loro cultura e le loro tradizioni. Quando ci avviciniamo a una cultura completamente diversa dalla nostra, dobbiamo rieducarci a un sistema comunicativo nuovo. Quello che per noi può essere un gesto normale, in un’altra cultura può avere un significato opposto. Per esempio, nella nostra cultura, il contatto fisico è normalissimo, mentre in oriente è irrispettoso. Lo stesso vale per la stretta di mano: per noi è un gesto comune, per loro no. Quindi, entrare in contatto con i madrelingua può farti evitare di incappare in situazioni sgradevoli. Puoi cercare dei gruppi di conversazione su Facebook e fare una ricerca dei tandem linguistici.

Inoltre, non scordati di un elemento importantissimo: l’utilità di trovare un professore di cinese che possa accompagnarti durante l’apprendimento. Nella nostra piattaforma, hai a disposizione molti professori di cinese preparati per supportarti nel tuo viaggio. In questo modo, imparare il cinese diventerà più accessibile e divertente, proprio perché tu puoi scegliere un insegnante adatto alla tua personalità. Non siamo tutti uguali e ognuno di noi ha esigenze e caratteristiche diverse. Perciò, avere la possibilità di scegliere qualcuno che capisca le tue necessità è un vantaggio nell’apprendimento di una lingua.

Potrebbe anche interessarti l’articolo “Quali sono i migliori corsi di cinese online”  per scoprire qualcosa in più sui corsi di cinese.

Related Posts