Come imparare l’italiano: giochi per bambini
Italiano

Come imparare l’italiano: giochi per bambini

Senza ombra di dubbio, ti sarà capitato più di una volta di sentire pronunciare il proverbio: “Sbagliando s’impara!” Niente di più vero! Di fatto, soltanto grazie ai nostri errori possiamo acquisire l’esperienza necessaria per imparare. In questo articolo intendiamo sfruttare questa massima come punto di partenza per esprimere un altro concetto molto importante. Ci permettiamo, quindi, di modificarla in: “Giocando si impara!”

Quello che vogliamo raccontarti, infatti, è il valore educativo del gioco. Inoltre, ti guideremo alla scoperta di una serie di giochi per bambini da sfruttare per l’apprendimento della lingua italiana.

Il ruolo dei giochi per bambini per imparare l’italiano

Motivatamente, è assodato il ruolo primario ed essenziale del gioco nella vita di ogni bambina e ogni bambino. Che si tratti di imparare l’italiano o qualsiasi altra lingua, è innegabile la centralità del gioco nel processo di apprendimento. Ciononostante, c’è ancora chi storce il naso di fronte all’efficacia di apprendere giocando a scuola. Le ragioni concrete per superare questa diffidenza sono numerose, e noi te ne elencheremo alcune.

Innanzitutto, bisogna ricordare che i bambini hanno un potere che potremmo definire quasi magico, ovvero quello di imparare sempre. E, soprattutto, di imparare giocando, poiché lo strumento da loro prediletto per esplorare il mondo è proprio il gioco. Un metodo di apprendimento basato su di esso, dunque, avvicina i più piccoli agli obiettivi da raggiungere. Ciò accade perché essi si sentono stimolati e pronti ad accogliere questa sfida.

Tra l’altro, in un contesto giocoso, i bambini non provano imbarazzo nel caso in cui commettano un errore.  Pertanto, quest’ultimo diventa un valore aggiunto, contrariamente a quanto accade in altri contesti dove è visto come fonte di disagio. Il fatto di poter giocare anche con gli errori avvalora ulteriormente le potenzialità dell’uso dei giochi per bambini per imparare l’italiano. Oltre a divertire i più piccoli, permettono di allenare la logica, la memoria, la curiosità e la creatività.

Una palestra per allenare la mente ma non solo

Una palestra per allenare la mente ma non solo

Se immaginassimo la mente dei più piccoli come una palestra, i giochi sarebbero degli ottimi attrezzi. Infatti, come abbiamo appena detto, i giochi per bambini per imparare l’italiano sono perfetti per allenare varie competenze e abilità. In primo luogo, favoriscono la partecipazione attiva e il coinvolgimento degli studenti. Poi, stimolano a interagire con gli altri e, dunque, insegnano anche a stare insieme, condividendo le proprie esperienze.

Non bisogna trascurare un altro aspetto, ovvero il fatto che giocare insegna ai più piccoli ad avere delle regole, il che è sicuramente un elemento fondamentale del loro percorso di crescita. A questo si aggiungono le opportunità offerte dal gioco, come la possibilità di sviluppare diverse componenti. Fra queste citiamo quelle affettive, sociali, motorie, creative, emotive e cognitive.

La gamification: una metodologia didattica ludica

A breve scenderemo nei dettagli con le nostre proposte di giochi per bambini per imparare l’italiano. Però prima vogliamo parlarti di una strada che si è aperta in ambito educativo e che noi apprezziamo particolarmente, dato che condivide l’idea su cui si basa questo nostro articolo.

Ultimamente, tra le tecniche di apprendimento è emerso un modello di insegnamento ludico, che sostiene le potenzialità didattiche del gioco. Stiamo parlando della cosiddetta gamification, nota in italiano anche come “ludicizzazione”. In poche parole, si tratta di un metodo di studio incentrato sul gioco, elemento che genera sicuramente un interesse maggiore. Divertendosi, gli studenti si sentiranno coinvolti e saranno spinti a raggiungere un livello di conoscenza sempre più alto. L’elenco di vantaggi offerti da questo sistema è ancora molto lungo. Ma, tra gli altri, ci piace menzionare l’aumento dell’attenzione e della concentrazione. Nonché il miglioramento delle relazioni sociali e lo stimolo all’uso della logica.

Proposte di giochi per bambini per imparare l’italiano

Fino a questo momento ti abbiamo esposto alcune ragioni teoriche per motivare la nostra fiducia nel valore educativo del gioco. Adesso, ti proponiamo alcuni giochi da fare con i bambini che vogliono imparare l’italiano. Non importa se ti trovi in un contesto scolastico o informale, l’importante è imparare divertendosi!

Partiamo da una tabella, che elenca i nomi delle attività che ti vogliamo suggerire. Successivamente, troverai un elenco puntato in cui sarà spiegato ogni singolo gioco. Pronti, partenza, via!

CHE MEMORIA! ASSOCIA I DISEGNI TROVA L’OGGETTO MISTERIOSO EDUCAZIONE ALLA LETTURA

Illustrazione delle attività

CHE MEMORIA!

  • Indubbiamente, è un gioco ideale per rafforzare la memoria visiva. Bisogna sollevare due tessere alla volta, e cercare di ricordare la posizione di quelle uguali.
  • Ti servono pennarelli, cartoncini e forbici per creare le tessere, che metterai sul tavolo con il disegno verso il basso. Ovviamente puoi scegliere l’argomento di ciascuna partita. L’importante è che esso sia familiare per i bambini e che i disegni formino sempre delle coppie. Per esempio, puoi giocare con animali, nomi di persona, colori o fiori.

ASSOCIA I DISEGNI

  • Come è stato detto, il gioco permette anche di allenare il cervello a ragionare. Con questo gioco di logica, infatti, i bambini imparano ad associare correttamente i concetti.
  • Prepara un foglio con dei disegni che mostrerai ai bambini. Tutti gli oggetti ritratti devono avere tra loro una correlazione. Per esempio, su un foglio possono esserci: un temperamatite con le matite, dei pennelli con la tavolozza o, per finire, il gesso e la lavagna.

TROVA L’OGGETTO MISTERIOSO

  • Anche in questo caso si tratta di un gioco di logica, che oltretutto stimola la capacità deduttiva.
  • Dai ai bambini un foglio su cui sono riportati elementi che a gruppi sono accomunati da una caratteristica. Tramite un tuo indizio i bambini risolveranno il quesito. Ad esempio, puoi mostrare ai piccoli un disegno che ritrae uccelli e pesci. E poi, chiedere di trovare tutti gli animali che vivono in mare. O, viceversa, quelli che volano.

EDUCAZIONE ALLA LETTURA

  • Con questa attività possiamo dimostrare che il gioco è utile anche per educare alla lettura.
  • Scrivi su un foglio alcune parole, alle quali devono corrispondere le relative rappresentazioni grafiche. Puoi chiedere ai bambini: “Quale oggetto inizia per…?” Oppure: “Quale oggetto finisce per…?” Grazie a questo tipo di esercizio i piccoli potranno rafforzare più facilmente la loro abilità nella lettura.

Tra numeri e storie da raccontare

Tra numeri e storie da raccontare

Per concludere la nostra carrellata di proposte di giochi per bambini per imparare l’italiano, abbiamo preparato una seconda tabella. Anche questa contiene i nomi delle attività, ed è seguita dalle relative spiegazioni. Stavolta iniziamo dai numeri!

CONTA GLI ELEMENTI ERRORI DI STAMPA RACCONTA UNA STORIA COMPLETA LE PAROLE

Le attività nel dettaglio

CONTA GLI ELEMENTI

  • Come abbiamo dimostrato, il gioco aiuta anche a sviluppare la logica. In quest’ambito rientra lo sviluppo delle abilità matematiche.
  • Fai contare ai bambini gli elementi all’interno di determinati insiemi. Se vuoi, per facilitare il loro compito, puoi proporre diverse alternative. Inoltre, puoi unire matematica e creatività, facendo disegnare loro l’oggetto o gli oggetti in questione.

ERRORI DI STAMPA

  • Oltre a sviluppare le abilità legate all’apprendimento, il gioco agisce anche su aspetti psicologici. Per esempio, sulla sicurezza in se stessi e nelle proprie capacità.
  • Puoi preparare delle frasi contenenti “un errore di stampa” da mostrare ai bambini. Chiaramente, devono essere frasi semplici con parole che loro conoscono e possono correggere. La capacità di trovare e risolvere l’errore li renderà molto soddisfatti, e darà loro maggiore consapevolezza delle proprie conoscenze linguistiche.

RACCONTA UNA STORIA

  • Le fiabe e le filastrocche sono parte integrante dello sviluppo dei bambini. Ma, a parte leggere quelle contenute nei libri, è importante stimolare la creatività dei bambini e fargliene inventare di nuove.
  • Oltre ad ascoltare le creazioni dei bambini, puoi suggerire una storia inventata da te e farla interpretare a loro. Per esempio, i personaggi possono essere piante, fenomeni atmosferici o animali. In questo modo, attraverso la storia i piccoli potranno anche apprendere nuovi contenuti.

COMPLETA LE PAROLE

  • Anche in questo caso ti suggeriamo di unire due abilità: creatività e capacità deduttiva.
  • Per fare questo gioco di completamento, puoi partire dal disegno di un albero. Puoi dire ai bambini che questo ha tanti rami o radici, a cui corrispondono altrettante parole. In aggiunta al disegno, puoi preparare un foglio con delle parole incomplete che abbiano una stessa radice linguistica. I piccoli dovranno completarle sfruttando le loro conoscenze. Così, capiranno che da un solo albero possono nascere un aggettivo, un nome, un avverbio e un verbo.

Cerca su italki il supporto di un insegnante

Innegabilmente, per seguire un metodo didattico innovativo come quello basato sul gioco è fondamentale consultarsi con un esperto.

Quindi, ti consigliamo di cercare sulla nostra piattaforma italki un professore di italiano madrelingua con cui poterti confrontare. Insieme potrete parlare delle strategie da adottare in questo percorso di insegnamento nuovo e divertente e sceglierete certamente i giochi migliori per i bambini che intendono imparare l’italiano

In conclusione, noi abbiamo messo la benzina necessaria e ti abbiamo dato le chiavi del meccanismo. Adesso tocca a te mettere in moto e percorrere la strada del gioco! Buon divertimento!