È meglio studiare il cinese o il coreano?
Coreano

È meglio studiare il cinese o il coreano?

Imparare il coreano o il cinese non è sicuramente facile. Si tratta non solo di apprendere nuovi termini, ma come sappiamo entrambe le lingue utilizzano come lettere dei simboli. Il coreano è senza ombra di dubbio una lingua molto affascinante, ma al tempo stesso molto complessa. Questa lingua ha però un vantaggio che la rende molto più semplice del cinese. A questo proposito, infatti, il coreano ha un sistema di scrittura molto più facile. Di contro, però, possiede una grammatica molto più difficile. Per questo motivo, capire quale delle due lingue sia quella più semplice da studiare non è facile. Da come è stato notato, possiamo dirti che per molti giovani imparare il coreano sembra sia più semplice rispetto al cinese. Con questa guida noi vogliamo aiutarti a schiarire le idee. Ecco allora che ti mostreremo quali sono le caratteristiche della lingua coreana e da dove puoi iniziare per impararla.

L’alfabeto coreano

alfabeto coreano

Come con tutte le lingue per imparare il coreano bisogna conoscere innanzitutto l’alfabeto. Non molti sanno che l’alfabeto coreano è considerato da molti linguisti come uno dei più bei sistemi di scrittura esistenti al mondo. Per dirla meglio, si tratta di una scrittura e pronuncia semplice. L’alfabeto della lingua coreana è chiamato hangeul. Questo alfabeto è formato da 40 caratteri che si dividono tra consonanti e vocali. Le consonanti sono 19 mentre le vocali 21. Le prime, ovvero le consonanti, hanno la forma della bocca o delle labbra quando vengono pronunciate. A differenza di molte altre lingue si distinguono grazie all’aspirazione. Nel caso delle vocali invece, sono tre segni al quale attribuiamo un significato filosofico. Vediamo meglio quanto è affascinante scoprire il significato che vi è dietro.

1. Simboleggia la terra, lo yin: ̶
2. Simboleggia l’uomo, il mediatore: I
3. Simboleggia il sole, lo yang: .

Parlando delle consonanti, possiamo provare a dividerl e in due gruppi, quelle semplici e quelle composte. Quelle che definiamo semplici sono quelle consonanti che più si avvicinano alla lingua italiana. D’altro lato invece, quelle composte sono delle consonanti che possiamo definire dure, tanto da essere scritte con la doppia. Di seguito ti mostro brevemente come vengono divise le consonanti, o meglio le singole lettere che compongono i caratteri dell’alfabeto coreano.

● 14 consonanti semplici che corrispondono alle nostre : g, n, d, l, m, b, s, j, ch, k, t, p, h.
● 5 consonanti doppie che corrispondono alle nostre : gg, dd, bb, ss, jj
● 11 raggruppamenti di consonanti che corrispondono a: nj, nh, lg, lm, lb, ls, lt, lp, lh, bs
Queste singole lettere nel combinarsi danno vita ad una sillaba che può occupare diverse posizioni: iniziale, media e finale.

La grammatica della lingua coreana

Tra le caratteristiche della lingua coreana ce n’è una legata alla sua struttura grammaticale. La grammatica della lingua coreana utilizza la struttura SOV (soggetto – oggetto – verbo). Il verbo, infatti, all’interno delle frasi va posizionato sempre per ultimo. Questo può essere complesso per chi decide di cominciare ad imparare il coreano. Nel caso di noi italiani potrebbe essere molto difficile perché non siamo abituati a questa struttura grammaticale. Difatti, se in italiano siamo abituati a scrivere nello stesso ordine in cui pensiamo, qui dobbiamo pensare e scrivere diversamente.

Una seconda caratteristica della lingua coreana è l’assenza degli articoli e delle preposizioni. Per indicare il soggetto e i complementi al contrario di noi italiani, i coreani utilizzano delle particelle. Queste si aggiungono come dei suffissi alle diverse parole per dargli un determinato significato. Ogni particella, quindi, indica il significato che la parola assume in una determinata frase ed in quella determinata posizione. Esistono però anche dei casi dove queste particelle possono non essere inserite. Si tratta di quei casi dove è già abbastanza chiaro il senso della frase.

I registri linguistici del coreano

alfabeto coreano

Forse non tutti sanno che un’altra caratteristica da non sottovalutare della lingua coreana sono i diversi registri linguistici che esistono. Quando si conversa con un interlocutore in lingua coreana dobbiamo essere in grado di distinguere il tipo di registro linguistico. Per capire quale registro linguistico utilizzare bisogna capire il contesto nel quale ci troviamo. Detto ciò, questi registri si dividono in tre stili. Di seguito provo a spiegarteli brevemente.
● Formale
● Informale
● Onorifico
Quello che bisogna sapere al momento su questi diversi registri linguistici è in quale contesto devono essere usati. Anzitutto, a seconda di quello che si utilizza cambiano le desinenze verbali e spesso ci sono anche delle variazioni di lessico. Quello formale corrisponde in italiano al nostro “lei”. Esprime quindi un’alta forma di cortesia e viene usato tra persone che non hanno un certo tipo di confidenza. Potrebbe trattarsi di persone che magari si sono appena conosciute o di una certa età. Il registro informale invece corrisponde al nostro “tu” e viene utilizzato tra due interlocutori che hanno un tipo di relazione, come amici o familiari. Infine, abbiamo quello onorifico che rappresenta il più alto grado di cortesia in coreano. Questo si utilizza in contesti molto elevati, come quando ci si trova di fronte ad un pubblico.

Come iniziare ad imparare la lingua coreana: memorizzare i vocaboli

Il primo passo per imparare il coreano è quello di conoscere l’alfabeto. Inizia col memorizzare i vocaboli più semplici. Cerca le parole sul vocabolario e ripetile ad alta voce come fosse una filastrocca, così le memorizzi. Tra l’altro, ti consiglio di provare a scriverle il maggior numero di volte possibile per iniziare a familiarizzare anche tra i simboli ed esercitarti nella scrittura. In questo modo cominci ad apprendere tanti nuovi termini che potranno esserti utili nel quotidiano. Ti assicuro che in poco tempo saprai destreggiarti nei discorsi di tutti i giorni.

Eccoti una lista di frasi che devi conoscere assolutamente. Di lì a poco riuscirai ad intrattenere una semplice conversazione. Eccoti ancora solo la pronuncia di queste frasi, per la scrittura è ancora presto.

● Ciao = pronunciato “an-nyoung”
● Sì = pronunciato “ne”
● No = pronunciato “aniyo”
● Grazie = pronunciato “gam-sa-ham-nee-da”
● Mi chiamo… = pronunciato “chonun imnida”
● Come stai? = pronunciato “otto-shim-nikka”
● Piacere di conoscerti = pronunciato “Manna-seo banga-woyo”

Imparare i numeri

Il secondo step che ti consigliamo è quello di conoscere i numeri. In questo modo oltre ad essere in grado di saper interagire con un interlocutore, sapremo anche indicare l’età o la data. Tutto quello che c’è da sapere sul sistema numerico coreano è che esso si divide in due insiemi numerici diversi. Nella lingua coreana, infatti, esiste il sistema coreano e quello cino-coreano. Di seguito ti mostro la differenza per renderti le cose un po’ più chiare e semplici. Al momento ti mostrerò solo la pronuncia.

Allora, il primo sistema che è quello coreano si usa per indicare oggetti, persone ed età.

● Uno = pronunciato “hana”
● Due = pronunciato “dool”
● Tre = pronunciato “set”
● Quattro = pronunciato “net”
● Cinque = pronunciato “da-sut”
● Sei = pronunciato “yuh-sut”
● Sette = pronunciato “il-gop”
● Otto = pronunciato “yuh-duhl”
● Nove = pronunciato “ahop”
● Dieci = pronunciato “yuhl”

Il secondo sistema, quello cino-coreano si usa per indicare le date, il denaro, gli indirizzi, i numeri di telefono e i numeri maggiori di 100.

● Uno = pronunciato “hana”
● Due = pronunciato “dool”
● Tre = pronunciato “set”
● Quattro = pronunciato “net”
● Cinque = pronunciato “da-sut”
● Sei = pronunciato “yuh-sut”
● Sette = pronunciato “il-gop”
● Otto = pronunciato “yuh-duhl”
● Nove = pronunciato “ahop”
● Dieci = pronunciato “yuhl”

Impara il coreano su italki

Secondo il travel365, il coreano è la quarta lingua per livello di difficoltà, siccome è lontana dal nostro modo di articolare la lingua. Questo però non deve assolutamente scoraggiarti nel provare a conoscerla. Questa guida è solo una base per mostrarti quelle che sono le caratteristiche della lingua coreana e come apprenderla. Imparare il coreano da solo ti sarà sicuramente difficile. Ma non preoccuparti perché questa è la tua occasione per imparare il coreano. In questo caso qui puoi trovare il tuo insegnante ideale. Cosa aspetti, affidati al nostro professore di coreano e vedi come raggiungerai in poco tempo i primi risultati. Come funzionano i corsi su i talki? Ti basta scegliere uno dei nostri professori a disposizione in base al tuo budget e ai tuoi orari preferiti. I nostri tutor saranno sempre a tua disposizione per aiutarti a migliorare e risolvere qualsiasi tuo dubbio. Cosa stai aspettando, corri subito ad iscriverti. Noi ti aspettiamo!

Se il nostro articolo ti è piaciuto, su i talki puoi trovarne tanti altri interessanti per avvicinarti alla lingua coreana. Inoltre, puoi trovare e scegliere tra tantissimi altri articoli allo stesso modo utili e interessanti, come questa guida i film per imparare l’Arabo . Dai un’occhiata a tutti e facci sapere quello che hai trovato più interessante!

Related Posts