Perchè conviene studiare l'italiano: cinque buoni motivi
Italiano

Perchè conviene studiare l’italiano: cinque buoni motivi

Sempre più persone, ultimamente, si stanno avvicinando allo studio della lingua italiana: un fenomeno decisamente in ascesa rispetto agli ultimi anni, che stupisce e sorprende, considerata l’egemonia della lingua inglese degli ultimi anni, la preferita in molti percorsi di studi. Del resto, è da ricordare che l’italiano segue la lingua inglese, quella francese e quella spagnola tra le preferenze espresse dagli studenti. Ma facciamo un passo indietro, dando un quadro della situazione generale per inquadrare meglio la lingua.

La lingua italiana è al ventisettesimo posto nella classifica delle lingue per numero di parlanti nel mondo. Lingua romanza parlata principalmente in Italia, è utilizzata come prima lingua da circa 58 milioni di persone (nel 2015 rappresentava la lingua madre del 90,4% delle persone residenti in Italia). Viaggiando nel Belpaese, però, è facile rendersi conto di come questa lingua tenda a variare e ad arricchirsi di tantissime espressioni, dialettali e non, a seconda delle regioni, ognuna di queste caratterizzata dai propri usi e costumi.

In ogni caso, oltre a essere la lingua ufficiale in Italia, l’italiano è anche una lingua parlata all’interno dell’Unione Europea, a San Marino, in Svizzera, a Città del Vaticano e nel Sovrano militare ordine di Malta. Dal punto di vista storico, infine, è una lingua che si basa sul fiorentino letterario usato nel Trecento.

Ma perché tante persone decidono di imparare una lingua complessa come quella italiana? Sappiamo bene che è un idioma che presenta le sue complessità, dalla grammatica – considerata estremamente difficile – alla fonetica. In realtà, sono tantissime le motivazioni che potremmo approfondire ed elencare, per spiegare il perché così tante persone in tutto il mondo scelgono l’italiano come seconda lingua. In questa sede, ci soffermeremo sulle cinque motivazioni principali e le esploreremo una per una.

Imparare la lingua italiana per concedersi un bagno nella cultura

È stato stimato, secondo l’UNESCO, che la maggior parte dei siti del patrimonio culturale mondiale ha sede proprio in Italia. Del resto, basti pensare che sono 51 le proprietà italiane iscritte nella Lista del Patrimonio Mondiale: con questi numeri, l’Italia si pone al comando della classifica mondiale.

Non è scontato ma è risaputo che l’Italia abbia più capolavori per km quadrato di qualsiasi altro Paese al mondo. Dal teatro alla musica lirica, dalle proposte gastronomiche – che variano di regione in regione, rendendo il panorama food&beverage estremamente variegato e interessante – alla Letteratura, dal mondo della Moda alla varietà dei paesaggi, l’Italia è un Paese pieno di cultura, che non smette mai di stupire. Altra piccola curiosità da annotare tra tutte: gli autori italiani sono ancora tra i più amati e tra i più letti all’estero, da Petrarca a Leopardi, da Dante a Gramsci.

La lingua italiana è la lingua della cucina

Da un pò di anni a questa parte, stiamo assistendo a un trend crescente che prevede una sempre più incalzante ossessione per la cucina italiana. Pensiamo ai cibi ‘instagrammabili’ del nostro Paese: dalla ormai intramontabile e famosissima pizza ai risotti, dagli affettati alle meraviglie pugliesi, come i panzerotti e le orecchiette alle cime di rapa, l’Italia è una meta turistica che attrae non solo per le sue bellezze, ma anche per le sue proposte gastronomiche.

Imparare l’italiano permette, quindi, di approfondire anche la conoscenza della cucina italiana, dei suoi ingredienti, dei piatti tipici, e di godere delle bellezze del Belpaese in qualsiasi regione. C’è da ricordare, infatti, che sono molti i turisti che arrivano in Italia e partecipano a piccoli corsi di cucina italiana, portando con loro non solo un bel ricordo ma anche nuove conoscenze.

Imparare l’italiano per vivere al meglio le proprie vacanze

Il turismo italiano è in continua crescita. Solo nel 2018 Milano, la cosiddetta capitale della Moda italiana – e internazionale – ha accolto circa 6 milioni di turisti a livello internazionale, tra gli eventi della famosissima Milano Fashion Week e il richiamo di tutti gli eventi legati al mondo del Design e dell’Architettura.

Quando si parte per una vacanza in un Paese straniero, è sicuramente di aiuto saper parlare la lingua del luogo: comunicare nella lingua madre del posto che si visita è un vantaggio notevole, qualcosa in grado di facilitare e semplificare il processo di comunicazione e di comprensione delle parole, dei modi di dire, della storia che si racconta e delle conoscenze che si recepisce.

Imparare l’italiano per accedere ad alcune delle università più importanti al mondo

Le varie università italiane sono estremamente competitive in tutta una serie di ambiti specifici: si può pensare a due delle università più importanti di Milano, la Bocconi e il Politecnico. Accanto a queste, anche l’università La Sapienza si colloca tra le prima dieci università nella classifica mondiale di QS World University Rankings.

C’è da ricordare che queste università italiane rientrano ormai tra le cinquanta migliori in tutto il mondo per 21 discipline differenti: un trend che è cresciuto, anche questo, rispetto al 2017, con sei università italiane in più in elenco e risultati eccellenti in materie estremamente diverse come l’Economia, l’Archeologia, la Fisica.

Imparare l’italiano per approfittare di tante nuove opportunità lavorative

Qualunque sia il motivo iniziale per cui ti approcci alla lingua italiana, tra tutti c’è da ricordare sicuramente le possibilità lavorative a cui puoi avere accesso. Imparare l’italiano può aiutarti a trovare lavoro sia in Italia che altrove: potrai stupire il tuo datore di lavoro con le nuove competenze che hai acquisito e, perché no, valutare di cogliere tante opportunità, come vivere all’estero e fare nuove esperienze.

Impara l’italiano con un tutor madrelingua su italki

L’italiano è una lingua tanto affascinante quanto difficile: tra la parte grammaticale e quella parlata, l’italiano presenta non poche difficoltà e impararlo da autodidatta potrebbe risultare rischioso.

Per questo è sempre consigliato affidarsi a un professore di italiano o a un tutor madrelingua che possa affiancarti non solo nell’apprendimento base della lingua ma anche nella conversazione e nella preparazione di certificazioni linguistiche, utili ad attestare la tua conoscenza della lingua italiana in ambito professionale e per l’istruzione di alto livello. Su italki potrai trovare il professionista a cui affidarti per imparare l’italiano in modo facile e veloce, secondo i tuoi tempi e le tue esigenze.

Related Posts