Community Web Version Now Available
Sheila
Professional Teacher
L' ospite è come il pesce, dopo tre giorni puzza
I vostri nonni, e i vostri genitori, magari a volte lo dicono: l'ospite è come il pesce, dopo tre giorni puzza. Una frase un po' forte. Ma cosa significa, esattamente? E poi, "puzza" più il pesce oppure l'ospite?

Il detto "l'ospite è come il pesce, dopo tre giorni puzza" è un modo di dire che ha origini antichissime. Ne faceva già riferimento Plauto, un grande commediografo romano vissuto tra il 3° e il 2° secolo a. C.
Nonostante per gli antichi Romani l’ospitalità fosse sacra, Plauto sosteneva che un ospite diventa odioso dopo tre giorni che vive a casa tua, e dopo dieci inizia a essere un impiccio pure per i servi!
Più avanti nel tempo, secoli dopo, e precisamente nel Medioevo, il detto l'ospite è come il pesce, dopo tre giorni puzza prende la sua forma attuale.
Infatti si trova scritto, in una poesia, che il pesce e l'ospite perdono freschezza dopo tre giorni, a meno che il primo non venga condito con il sale e l’altro non sia un ottimo amico.
Apr 9, 2019 8:33 AM
2
3
Comments · 2
In Egitto diciamo che l'uomo è pesante
quando un ospite rimane per tanto tempo 
April 14, 2019

Grazie Samar per la tua informazione!!! Molto interessante!


April 18, 2019
Sheila
Language Skills
Catalan, English, French, Italian, Spanish
Learning Language