Community Web Version Now Available
Raha
I giorni in quarantena
Sono due mesi che la nostra vita è cambiata.
Purtroppo la condizione di tutte le persone è molto difficile a causa di questa pandemia,e soprattutto per i giovani che devono rimanere in casa può diventare una vera e propria tortura.
Secondo me in questa condizione di emergenza e di paura, alcuni non sanno cosa fare, altri si credono invincibili e continuano la loro vita rischiando altamente.
Dal mio punto di vista tanti aspetti della vita sono cambiati all'improvviso, e adattarsi alle novità non è sempre facile, per esempio, in questo periodo di quarantena noi giovani dobbiamo vivere con i nostri genitori e questa situazione può essere difficile per i giovani che non hanno pensieri e opinioni simili ai loro genitori.
Mentre molti vedono questa pandemia come un immenso disastro,io preferirei vederla come un’esperienza indimenticabile e cerco di essere flessibile, infatti sono del parere che la flessibilità in qualsiasi situazione sia uno stimolo a ricercare nuove opportunità per noi stessi e per la nostra crescita personale.
Stare a casa non è molto difficile per me, visto che per due anni ho passato tutto il mio tempo a casa, dopo aver finito il liceo, per prepararmi all'esame di ammissione, studiando a casa, ho imparato un po’ di trucchetti per riuscire a passare le mie giornate nel modo migliore.
Per questa quarantena ho preparato un programma quotidiano abbastanza semplice da seguire e che mi permette di rimanere concentrata durante tutta la mia attività.
Cerco anche di sfruttare questo tempo per imparare l’italiano.
A dire la verità questo virus ha colpito la mia vita, dal momento che mia madre deve lavorare tutti i giorni a tempo pieno proprio per combattere il coronavirus, dunque purtroppo non possiamo vederci come prima e questa situazione mi rende triste, avrei preferito trascorrere più tempo insieme.
Purtroppo c'è un rischio di contagio per lei e per l'intera comunità medica, ma continuano ancora ad aiutare le persone infette con tutte le loro forze.
Secondo me per passare questi giorni nel modo migliore, basterebbe pensare che ognuno di noi, facendo la sua piccola parte può contribuire a debellare il contagio di questo potente virus.
Per concludere vorrei dire che la vita è un processo ciclico, e questa che stiamo vivendo è solo una fase, dunque dobbiamo credere che questi momenti tristi passeranno.
May 5, 2020 3:33 PM
12
2
Comments · 12
"A dir la verità questo virus ha colpito molto la mia vita, dal momento che mia madre deve lavorare tutti i giorni a tempo pieno proprio per combatterlo dunque, purtroppo, non possiamo vederci come prima e questa situazione mi rende triste perché avrei preferito trascorrere più tempo insieme a lei.
Purtroppo c'è un ALTO rischio di contagio (tutti sono a rischio. E' preferibile specificare) sia per lei che per l'intera comunità medica eppure continuano ancora ad aiutare le persone infette con tutte le loro forze.
Secondo me, per passare questi giorni nel modo migliore, basterebbe pensare che ognuno di noi, facendo la sua piccola parte, può contribuire a debellare il contagio di questo potente virus.
Per concludere vorrei dire che la vita è un processo ciclico e questa che stiamo vivendo NE RAPPRESENTA solo una fase, dunque dobbiamo credere che questi momenti tristi passeranno."
May 6, 2020
E' da due mesi che la nostra vita è cambiata. (sono due mesi= espressione poco usata)
Rischiando altamente= non lo trovo giusto. Rischiare è un verbo che comunque richiede di esser seguito da un complemento oggetto. Ho capito il senso del tuo discorso ma posta così l'espressione non è giusta. Ti consiglierei di scrivere in questo modo: "continuando a condurre la loro vita come in passato mettendola altamente a rischio".
Successivamente ti direi di modificare la punteggiatura.
"Dal mio punto di vista, tanti aspetti della vita sono cambiati all'improvviso e adattarsi alle novità non è sempre facile: per esempio, in questo periodo di quarantena, noi giovani dobbiamo vivere con i nostri genitori e questa situazione può essere difficile per i giovani chi(evita le ripetizioni. Ci sono troppi giovani e troppi genitori) che non ha pensieri e opinioni simili a quest'ultimi".
"Mentre molti vedono questa pandemia come un immenso disastro, io preferirei vederla come un’esperienza indimenticabile e cerco di essere flessibile. Infatti sono del parere che la flessibilità in qualsiasi situazione sia uno stimolo a ricercare nuove opportunità per noi stessi e per la nostra crescita personale.
Stare a casa non è molto difficile per me visto che per due anni ho passato tutto il mio tempo a casa (fra le mura domestiche. Troppe ripetizioni. 3 a casa), dopo aver finito il liceo, per prepararmi all'esame di ammissione all'università. Studiando a casa, ho imparato un po’ di trucchetti per riuscire a passare le mie giornate nel modo migliore."
May 6, 2020
Prego! La frase "mia madre deve lavorare tutti i giorni a tempo pieno" significa che lo fa ancora adesso. Se fosse stato "mia madre doveva lavorare tutti i giorni a tempo pieno" allora andava bene il condizionale passato :)
May 6, 2020
Tano scusi perché questa frase non è giusta ?
”avrei preferito trascorrere più tempo insieme “
condizionale passato non è corretto?
May 6, 2020
A parte qualche piccola imperfezione, che i colleghi ti hanno gia' corretto, il pezzo e' molto ben scritto e soprattutto ne condivido lo spirito: anche dai momenti piu' negativi si possono trarre insegnamenti positivi. Coraggio: io penso che in fondo il peggio sia passato ;-)
May 6, 2020
Show More
Raha
Language Skills
Italian, Persian (Farsi)
Learning Language
Italian