Community Web Version Now Available
Yana
Tutto e di tutto E' già da tempo che mi solleva i dubbi questa cosa. Ci sono alcuni casi dove "tutto" dopo un vebo si usa insieme a "di": - In questo negozio si può comprare di tutto - Finita la dieta, posso mangiare di tutto - Ho fatto di tutto per farlo capire ecc. Ma in alcuni casi simili "tutto" dopo il verbo va senza la "di", tipo: "Ho capito tutto". Cerco di capire qual è il logico dietro questa scelta? Perché non ho mai incontrato una regola al riguardo. La mia idea è che "di tutto" si usa quando si vuole dire "qualsiasi cosa". E "tutto" invece quando si riferisce al contesto preciso ("ho capito tutta la situazione"). Ma non sono sicura che la mia conclusione sia giusta. Grazie!
6 авг. 2018 г., 11:06
13
3
Answers · 13
1) Dove hai scelta, allora c'è "di - partitivo" = qualcosa di tutto = tutto di tutto significano entrambe ==> qualcosa per ogni categoria (es. 10 negozi) la seconda è un po' più enfatica 2) dove non hai scelta, "tutto" significa "intero, completo" = ho capito tutto Quindi: 1) ** ho comprato DI tutto HO FATTO MOLTE SCELTE = ho comprato qualcosa qui, qualcosa là : tantissime cose 2) ** ho comprato tutto HO FATTO QUALCOSA INTERAMENTE = ho comprato tutto quello che c'era sulla lista della spesa
6 августа 2018 г.
Ciao Yana Direi che i significati sono rispettivamente: – 'tutto' -> "ogni cosa", la totalità così come definita dal contesto; questo 'tutto' è visto come una cosa indifferenziata – "di tutto" -> "almeno un elemento per ogni tipo di cosa" (quanto di ogni tipo, non si sa); questa espressione fa riferimento alla varietà, quindi l'insieme delle cose prese in considerazione è visto come differenziato. Naturalmente questa è la teoria, nella pratica quotidiana la distinzione è meno netta. Tuttavia, mentre "In questo negozio si può comprare tutto" significa che posso trovare proprio tutto, la proposizione "In questo negozio si può comprare di tutto" significa che il negozio vende ogni tipo di articolo, eventualmente negli ambiti merceologici che lo riguardano, ma quanti articoli di un determinato tipo non si sa. Di conseguenza, vale a rigore quanto segue: 1) se cerco una pentola a pressione, la troverò in entrambi i casi 2) se cerco una pentola a pressione di un certo tipo, ho la garanzia di trovarla solo nel primo caso; nel secondo sono sicuro di trovare pentole a pressione, ma non so se il negozio ne vende 1, 10 o 100 tipi. Quando il contesto non ha a che fare con la varietà, per esempio in "Ho capito tutto", l'espressione "di tutto" che stiamo discutendo semplicemente non può essere utilizzata. Riguardo a "di tutto", mi vengono in mente le varianti "un po' di tutto" e "di tutto un po'", che mi sembrano avere lo stesso significato, ma espresso con un po' più di forza. Un'ultima cosa (probabilmente ovvia). La sequenza "di tutto" a volte non ha nulla a che vedere con quanto stiamo discutendo: in questi casi è solo complemento di specificazione relativo a 'tutto'. Un esempio è "Si è scusata di tutto".
7 августа 2018 г.
Ciao Paola, Grazie per il tuo confermo!
16 августа 2018 г.
Ciao Yana, Le tue osservazioni sono corrette. 1. Di tutto significa qualsiasi cosa, all'interno di una grande varietá. 2. Tutto significa ogni cosa all'interno di un gruppo di cose
16 августа 2018 г.
Yana
Language Skills
English, French, Italian, Russian, Spanish
Learning Language
Italian