Come imparare l’italiano con la famiglia
Italiano

Come imparare l’italiano con la famiglia

Molte persone sognano di imparare l’italiano per puro piacere, perché innamorati del Bel Paese, o per ricongiungersi con la famiglia di origine. Come sai, esistono molte tecniche per imparare una lingua, ma oggi vogliamo focalizzarci sulla tematica della famiglia. Infatti, scopriremo assieme come è possibile imparare l’italiano con la famiglia. Anche se può sembrarti strano, concentrarsi su alcune aree specifiche può facilitarti la vita nel momento in cui devi memorizzare dei concetti. Con questo articolo vogliamo mostrarti quante cose si possono imparare attraverso la famiglia.

Imparare l’italiano con la famiglia: consigli per l’uso

Sapersi muovere con inibizione nel mondo della lingua italiana non è sempre facile. Molte persone quando iniziano a studiare questa lingua non hanno idea di quanto possa essere difficile. Poi, strada facendo si rendono conto di quanto sia insidiosa e di quanto studio bisogna dedicarle. Se stai leggendo questo articolo è perché, probabilmente, pure tu intendi imparare l’italiano o hai iniziato a studiarlo. O ancora, è un tuo progetto futuro. Ma non bisogna demordere perché se desideri veramente qualcosa, in un modo o nell’altro, vuoi anche concretizzarla.

A volte, o per mancanza di tempo, o per mancanza di voglia, rimandiamo a domani quello che abbiamo pianificato. L’apprendimento delle lingue è quel qualcosa che viene rimandato perché non prioritario (almeno è così per la maggior parte delle persone). C’è sempre una buona scusa per imparare domani! Prima di tutto, proviamo a cambiare mentalità, modificando il nostro approccio. Non puoi diventare fluente in italiano se non hai la giusta motivazione e un equilibrato compromesso. Per questo motivo, parti sempre da te stesso per intraprendere il cammino dell’apprendimento di una lingua. Per esempio, il tuo desiderio è quello di abitare in Italia? Già sai che per vivere nel Bel Paese, conoscere l’italiano è obbligatorio. Non ci sono scappatoie. Oppure, vuoi studiare in Italia? Come forse sai, molte università offrono solo corsi in italiano. Quindi, è fondamentale conoscere la lingua.

Ma cosa c’entra la famiglia con tutto questo? Te lo spieghiamo subito. Capirai come è possibile imparare l’italiano con la famiglia, ma in due modi completamente distinti. Sei pronto? Da questo momento in poi, abbandonati alla lettura.

Imparare l’italiano con la famiglia: un approccio didattico

Imparare l’italiano con la famiglia: un approccio didattico

Come è stato detto all’inizio di questo articolo, dividere l’apprendimento di una lingua per aree tematiche può stimolare la memorizzazione. Che cosa possiamo imparare? Beh, sicuramente il vocabolario specifico, ma non solo. Possiamo imparare sia verbi direzionati verso quell’area, sia verbi da utilizzare quotidianamente, in altri contesti. Inoltre, possiamo imparare aggettivi, pronomi, ecc. Insomma, focalizzandoci su un determinato contesto, possiamo ampliare i nostri orizzonti e le nostre conoscenze.

Mettiamoci subito al lavoro per capire cosa possiamo imparare a partire dalla famiglia. Il nostro scopo è spiegarti due concetti fondamentali legati a quest’area: vocabolario e aggettivi. Ma attenzione: stiamo parlando della teoria.

Vocabolario

Chi sono i membri di un nucleo familiare?

  • trisnonno – trisnonna
  • bisnonno – bisnonna
  • nonno – nonna
  • papà – mamma (padre – madre)
  • figlio – figlia
  • mamma + papà = genitori

Ma non finisce qui. Facciamo un esempio pratico:

Maria è sposata con Francesco e hanno due figli: Daniela e Luca. Daniela è la sorella di Luca e Luca è il fratello di Daniela. Maria e Francesco sono i genitori di Daniela e Luca. Ora, immaginiamo che Daniela abbia un figlio, Nicola. Bene, Nicola è il nipote di Maria e Francesco, cioè dei nonni, ma è anche il nipote di Luca, cioè dello zio. E se Luca fosse sposato con Elisa? Nicola è anche il nipote di Elisa, cioè della zia. In altri termini, in italiano il termine nipote (o la nipote) è usato sia per i nonni, sia per gli zii. Fai attenzione alla parola nipote poiché, tra il femminile e il maschile cambia solo l’articolo. Tutto chiaro?

Bene. Ora, supponiamo che Luca ed Elisa abbiano due figli: Alberto e Paola. Alberto è il cugino di Nicola e Paola, invece, è la cugina. A loro volta, Alberto e Paola sono i nipoti di Maria e Francesco e anche di Daniela.

Svelate queste relazioni familiari, secondo te, chi saranno Maria e Francesco per Elisa? Esatto! I suoceri: Maria è la suocera di Elisa, mentre Francesco è il suocero. E Daniela chi è per Elisa? La cognata.

A dirla tutta, se non ci stai capendo nulla è normale! Si sa che gli affari familiari sono un vero e proprio caos! Per questo motivo, ti consigliamo di costruire il tuo albero familiare, usando tutti i vocaboli che hai appena imparato. Vedrai che praticando, sarà più facile memorizzare e capirci qualcosa!

Aggettivi

Come è stato detto, a partire da un tema, possiamo imparare tantissime cose. Imparare l’italiano con la famiglia ci permette di imparare gli aggettivi possessivi in modo facile e veloce. Inoltre, possiamo già studiare delle regole preziose per non sbagliare più. Ecco, quindi, gli aggettivi possessivi italiani:

maschile singolarefemminile singolaremaschile pluralefemminile plurale
mio tuo suo nostro vostro loromia tua sua nostra vostra loromiei tuoi suoi nostri vostri loromie tue sue nostre vostre loro

Di seguito, ti indichiamo alcune regole d’oro da applicare con la famiglia e i possessivi:

  1. l’aggettivo possessivo che si riferisce a un parente non vuole l’articolo al singolare (mia sorella, sua nonna, suo papà, nostro fratello);
  2. al plurale invece, si usa sempre l’articolo determinativo (i miei nonni, i tuoi fratelli, le sue sorelle, le nostre zie);
  3. con l’aggettivo possessivo “loro” si usa sempre l’articolo determinativo (il loro cugino, i loro cugini, le loro nonne).

Quindi, in italiano non si usa mai l’articolo davanti agli aggettivi possessivi? Certo che si usa. Vediamo alcuni esempi per capire quando usarlo e quando no:

  • mia nonna vive in Italia
  • il mio amico Matteo vive in Spagna
  • mio fratello fa l’infermiere
  • la mia amica Erica fa l’infermiera

Ora che hai visto questi esempi, secondo te, quando si usa l’articolo con l’aggettivo possessivo? La risposta è: in tutti i casi, eccetto per i nomi dei parenti al singolare. Ti facciamo qualche altro esempio:

  • la sua casa è bellissima
  • il suo cane abbaia sempre
  • non so dove ho messo le mie chiavi di casa
  • i miei zii sono molto gentili con me
  • mia mamma ha sempre ragione
  • mio papà gioca a calcio due volte alla settimana con i suoi amici
  • la mia giacca è vecchia e fuori moda

Piccolo aneddoto

Per concludere questa parte, ti sveliamo un piccolo segreto che ti può essere utile. Se senti un italiano dire questa frase: “Stasera vengono i miei a trovarmi. I tuoi sono già arrivati?”, non spaventarti. Usare semplicemente “i miei” o “i tuoi”, è un’abbreviazione di “i miei genitori”, “i tuoi genitori”, ecc. Ora che lo sai, presta attenzione al modo di parlare degli italiani e ti renderai conto di quanto siano usate queste abbreviazioni.

Imparare l’italiano con la famiglia: dal vivo

Imparare l’italiano con la famiglia: dal vivo

Che cosa vorrà mai dire imparare l’italiano con la famiglia dal vivo? Come già sai, vivere in un paese in cui si parla la lingua che vuoi imparare, può accelerare il processo di apprendimento. Ovviamente, oggigiorno non è più necessario andare da una parte all’altra del mondo perché la tecnologia gioca a nostro vantaggio. Tuttavia, fare un’esperienza all’estero è sempre di grande aiuto. Infatti, vivendo direttamente nel Paese si possono conoscere meglio le tradizioni culturali, gli usi e i costumi. Inoltre, si può capire meglio come si muovono, pensano o agiscono gli italiani, giorno dopo giorno.

Una delle opportunità per potersi integrare in una famiglia italiana, è sicuramente fare l’au pair. Aderendo a questo programma, si ha la possibilità di trascorrere un periodo di tempo all’estero, prendendosi cura dei bambini della famiglia ospitante. Questo programma offre l’opportunità di vivere all’estero in modo economico e guadagnando pure qualcosa. Ovviamente, non è l’unica opzione. Infatti, esistono vari programmi di scambio che si possono svolgere durante la scuola. Per esempio, è possibile frequentare un anno di studi in Italia, durante le scuole superiori, ed essere ospitati da una famiglia italiana.

Avere la possibilità di abitare in Italia e in una famiglia italiana ha sicuramente i suoi vantaggi. Per prima cosa, facendo questa full immersion non ci sono più scuse per non imparare l’italiano. Inoltre, si vive la vita reale, quella delle persone del luogo, la vita di tutti i giorni. L’esperienza è completamente differente tra vivere giorno per giorno come i nativi o fare una vacanza. Vivendo l’Italia quotidianamente si capiscono le problematiche, i limiti, ma anche le cose belle che il Bel Paese offre.

Prepararsi all’italiano

Che tu abbia la possibilità di partire, o no, imparare l’italiano prima di arrivare in Italia è vivamente consigliato. Nella nostra piattaforma puoi fare affidamento su un professore di italiano, un abile professionista pronto a guidarti nell’universo della lingua italiana. Con il suo aiuto e la sua preparazione, imparare l’italiano diventa molto più facile. Buon divertimento!

Inoltre, se per te è più facile imparare una lingua per aree tematiche, l’articolo “Cartone animato per imparare l’italiano” può fare al caso tuo.

Related Posts