Fernanda
Community Tutor
La nonna di il mio amico Io ho un amico che ha una nonna. La sua nonna no è una nonna comune, perché lei ha assaltato un uomo. Ma non è una storia facile, perché lei non è una criminale. La nonna vive in la città di Messico, dove sempre ha tanti criminali. Lei sempre utilizza i mezzi di trasporto pubblici e tante volte è stata assaltata, rubata, e prenda per il culo. Un giorno lei è stata in un bus. Quando vuole vedere l’ora ha veduto che il suo orologio non è lì. Lei ha stata molto arrabbiata e ha pensa che l’uomo allato di lei è il ladro. Lei ha prende le sue ferro da calza e ha punto la costolatura di l’uomo. “Da il orologico! colloca lui in la mia tasca!”. L’uomo ha colloca il orologico in la tasca e ha abbandona il bus la stazione prossima. La nonna ha sta molto orgogliosa, questa volta lei è più veloce che i ladri. Ma anche ha il timore, perché lei non sa si ha più ladri in il bus. Presto ha ritirarsi di il bus e ha camminato a la sua casa. Quando ha entra ha vede che il suo orologio ha in tavolo, e l'orologio in la sua tasca è di l’uomo!
Oct 6, 2020 1:09 PM
Corrections · 5
La nonna del mio amico Io ho un amico che ha una nonna. La sua nonna non è una nonna comune, perché lei ha derubato un uomo. Ma non è una storia facile (ma è una storia molto particolare) , perché lei non è una criminale. La nonna vive a Città del Messico, dove da sempre si sono tanti criminali. Lei sempre utilizza i mezzi di trasporto pubblici e tante volte è stata assaltata, derubata, e presa per il culo (presa in giro). Un giorno lei era in un autobus. Quando guarda l’ora vede che il suo orologio non è lì. Lei si arrabbia molto e pensa che l’uomo accanto a lei sia il ladro. Lei allora prende un ferro dalle sue calza e infilza le costole dell'uomo. “Dammi l'orologio! Mettilo nella mia tasca!”. L’uomo mette l'orologio Nella tasca e scende dal autobus alla stazione successiva. La nonna si è sentita molto orgogliosa, per questa volta è stata più veloce dei ladri. Ma ha anche timore, perché lei non sa se ci sono altri ladri sullo stesso autobus. Velocemente si allontana dall'autobus e si incammina verso casa sua. Quando entra vede che il suo orologio è sul tavolo, e l'orologio che ha in tasca è dell’uomo dell'autobus!
October 6, 2020
La nonna del mio amico. Io ho un amico che ha una nonna. La sua nonna non è una nonna comune, perché (lei) ha assalito un uomo. Ma non è una storia facile, perché lei non è una criminale. La nonna vive in città del Messico/in una città del Messico, dove ci sono tanti criminali. (Lei) usa sempre i mezzi di trasporto pubblici e tante volte è stata assalita, derubata, e insultata. Un giorno (lei) era in un autobus. Voleva vedere che ora era e si è accorta che non aveva più l'orologio. (Lei) Si è arrabbiata molto e ha pensato che l’uomo accanto a lei era il ladro. Allora ha preso il suo ferro da maglia e ha punto/ha colpito le costole dell’uomo. “Dammi l'orologio! Mettilo nella mia tasca!”. L’uomo ha messo l'orologio nella tasca e ha abbandonato l'autobus alla fermata successiva. La nonna è stata molto orgogliosa di sé, quella volta lei è stata più veloce dei ladri. Ma aveva ancora timore/paura, perché (lei) non sapeva se c'erano altri ladri sull'autobus. È scesa subito dall'autobus e ha camminato fino a casa sua. Quando è entrata ha visto che il suo orologio era sul tavolo, e l'orologio nella sua tasca era dell’uomo!
October 6, 2020
La nonna di il mio amico. Io ho un amico che ha una nonna. La sua nonna non è una nonna comune, perché lei ha assalito un uomo. Ma non è una storia così semplice, perché lei non è una criminale. La nonna vive a Città del Messico dove, da sempre, ci sono tanti criminali. Lei utilizza sempre i mezzi di trasporto pubblici e tante volte è stata assalita, derubata, e presa per il culo. Un giorno lei stava su un bus. Quando, ad un certo punto, cercò di vedere l’ora notò che il suo orologio non era più lì. Lei si arrabbiò molto e pensò che, l’uomo al suo lato, fosse il ladro. Prese i suoi ferri da calza e li puntò contro il costato dell’uomo. “Ridammi l’orologio! Mettilo nella mia tasca!”. L’uomo le mise l’orologio nella tasca e scese dal bus alla stazione prossima. La nonna del mio amico fu molto orgogliosa di se stessa perché, quella volta lei fu più veloce dei ladri. Ma ovviamente aveva anche timore perché lei non sapeva se ci fossero altri ladri nello stesso bus. Per questo motivo scese anche lei dal bus e camminò fino a casa sua. Quando rientrò a casa vide che il suo orologio era sul tavolo e, quindi, l'orologio che aveva in tasca non era suo ma era dell’uomo!
October 10, 2020
Want to progress faster?
Join this learning community and try out free exercises!
Fernanda
Language Skills
English, German, Italian, Sign Language(Other), Spanish
Learning Language
English, Italian, Sign Language(Other)